Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


04/20/2021
HomeEconomiaDi Giuseppantonio (UDC): “Intervenire subito a sostegno della agenzie di viaggio e tour operator abruzzesi”

Di Giuseppantonio (UDC): “Intervenire subito a sostegno della agenzie di viaggio e tour operator abruzzesi”

“Il turismo è un settore fondamentale per l’economia italiana, può essere la chiave dalla quale ripartire, una delle leve dello sviluppo dei prossimi anni. Per valorizzare la straordinaria risorsa Paese, la sua ricchezza e unicità e far fronte ad una crisi di proporzioni eccezionali servono interventi mirati, che possano renderlo concorrenziale, sanando vecchi problemi. Ripresa che dev’essere l’occasione per creare nuove e solide basi, con strategie e con un’offerta che sappiano guardare alle nuove modalità di turismo e al tema della sostenibilità. L’Abruzzo, grazie alla diversità dei suoi territori, alla scelta di diventare ‘regione verde’, senza dubbio ha le carte in regola per contribuire al rilancio. Una ripresa che non può però avvenire se non si riesce a sostenere adeguatamente le agenzie di viaggio e i tour operator abruzzesi, che stanno pagando pesantemente le conseguenze causate dall’emergenza sanitaria Covid”. E’ quanto afferma il segretario regionale dell’UDC, Enrico Di Giuseppantonio, sindaco di Fossacesia e componente direttivo Anci, che ha raccolto il grido d’allarme lanciato in questi giorni da Piero Di Renzo, presidente della Federazione Italiana Associazioni Imprese di Viaggi e Turismo (FIAVET) dell’Abruzzo e Molise e chiede interventi a sostegno del settore. “Nella nostra regione operano numerosissime imprese turistiche con migliaia e migliaia di addetti, che da un anno vivono nella più assoluta incertezza – aggiunge Di Giuseppantonio -. Occorre perciò partire da loro, ascoltare le proposte per l’Abruzzo che sostengono e aiutarli perché è sotto gli occhi di tutti che la strada da intraprendere sarà quella del turismo di prossimità. Lancio perciò un appello accorato alla Regione perché trovi gli strumenti necessari per bloccare le gravi difficoltà di fronte alle quali oggi si trovano i protagonisti della filiera dell’ospitalità e puntare su di loro per il rilancio di un settore fondamentale per l’economia abruzzese”.

Nessun Commento

Inserisci un commento