Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


02/27/2021
HomeAmbienteSulmona, per il metanodotto atteso lo studio INGV sulla sismicità del tracciato

Sulmona, per il metanodotto atteso lo studio INGV sulla sismicità del tracciato

“In assenza dello studio dell’Ingv riguardante la sismicità relativa a tutto il tracciato del metanodotto e non solo sulla zona della centrale di spinta, abbiamo richiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in una nota formale, il rinvio della riunione prevista per il 28 gennaio prossimo e la sua riconvocazione subito dopo l’acquisizione della documentazione completa che oggi manca. Non è comprensibile l’urgenza di svolgere un tavolo senza nuovi completi elementi, fondamentali per esprimere il parere definitivo richiesto, su un progetto che  riteniamo opera impattante e che continuiamo ad avversare, come stiamo facendo da anni in sinergia con interi territori ed enti su tutti i fronti”. Lo afferma l’assessore all’Ambiente Manuela Cozzi.

“Abbiamo chiesto di dare seguito all’impegno di realizzare lo studio specifico dell’INGV per tutto il tracciato del metanodotto e di disporre una nuova VIA, essendo agli atti, una valutazione datata 2010, assolutamente inadeguata alle attuali politiche sia  economiche che  ambientali” dichiara il sindaco Annamaria Casini.  “In realtà è una richiesta che avevamo già inoltrato, dati gli importanti aggiornamenti pervenuti dai Parchi Maiella e d’Abruzzo Lazio e Molise e dalla Riserva del Monte Genzana circa la presenza dell’Orso Marsicano in tutta l’area in cui la Snam vuole costruire la centrale di compressione gas. Elementi questi sui quali l’amministrazione comunale ha già deliberato in merito all’indirizzo di ampliare il confine del Parco Maiella, in fase di concertazione con i Comuni limitrofi, pronto per  essere sottoposto al vaglio del prossimo Consiglio comunale.

“E’ necessario inoltre” aggiunge l’assessore Cozzi “che venga disposta un’ approfondita Analisi Costi Benefici sull’intera opera (metanodotto e centrale), che tenga conto anche dei costi ambientali,  di quelli per le economie locali e dei rischi per la salute e la sicurezza dei cittadini.  Qualora la nostra richiesta non dovesse essere accolta,  anticipiamo il parere contrario del Comune di Sulmona al rilascio dell’autorizzazione per la realizzazione del metanodotto Sulmona-Foligno auspicando che la posizione sia condivisa da parte  delle Regioni, Province, dei Comuni e di tutti gli altri Enti interessati, in quanto  privati della documentazione indispensabile ad una attenta e responsabile valutazione. Nella logica di rafforzare questa posizione abbiamo tenuto un incontro questa mattina presso il Comune per raccogliere la posizione dei comuni limitrofi, del Parco Maiella e del Comitato no Hub del gas . Tutti gli Enti contattati hanno dichiarato totale condivisione con la posizione del Comune”.

Nessun Commento

Inserisci un commento