Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/05/2021
HomeLa RivistaCucina&CantinaFARO PALARI: L’unico vino che nasce nella Villa del ‘700

FARO PALARI: L’unico vino che nasce nella Villa del ‘700

FARO PALARI L’unico vino che nasce nella Villa del ‘700

Il Faro è un vino unico. In tutti i sensi. La cantina produce un solo vino. Questo. Spettacolare. Nasce da uve autoctone nella contrada Palari, in S. Stefano Briga di Messina, in una splendida villa del 1700 dove ha sede l’Azienda Agricola Palari. Qui si estendono i vigneti esposti a sud-est dove reperti archeologici provano che già nel XIV secolo A.C., in queste colline prospicienti lo stretto di Messina, si produceva il Faro. Oggi Salvatore Geraci architetto e vigneron per passione incarna la dimensione artigianale ed eroica del vino. Infatti come chiamare diversamente l’attività che si svolge tra la piccola e scoscesa tenuta caratterizzata da pendenze anche dell’70% e la settecentesca villa di famiglia adibita a luogo di vinificazione e maturazione di un gioiello della enologia siciliana ? La natura del terreno, la potatura mirata alla qualità, le rese bassissime inferiori al chilogrammo e una filosofia produttiva moderna sono le chiavi di un successo divenuto ormai mondiale.

Per chi ama il turismo enologico è un luogo da visitare e vale il viaggio.

Provenienza: Messina – Sicilia 

Annata : 2011

 

Gradazione alcolica: 13,5 % vol.

 

Varietà delle uve: Nerello Mascalese 50%- Nerello Cappuccio 30%- Nocera 10%- acitana, tignolino, galatena, calabrese. 10%

 

Vinificazione: Nella contrada Palari, in Santo Stefano Briga di Messina, le vigne si estendono a strapiombo a un chilometro e mezzo dal mare; I filari sono allevati ad alberello su terreni sabbiosi molto scoscesi, con ceppi di età fino a 80 anni. Le uve vengono raccolte verso la fine di settembre ed in modo assai rapido, operazione resa possibile per la ridotta estensione dell’appezzamento che non supera i sei ettari. In cantina i tempi di maturazione e l’utilizzo delle barrique sono sapientemente controllati dallo stesso Salvatore Geraci, che non utilizza processi di chiarificazione e filtrazione. La maturazione avviene in barriques di Troncais e Allier per almeno 18 mesi per poi riposare in bottiglia per altri 24 mesi prima di essere avviato alla vendita .

Caratteristiche organolettiche: Il colore è rosso rubino intenso con riflessi tendenti al granato . Il profumo è ampio con note fruttate di amarena e confettura di fragole, insieme a cacao, vaniglia e tabacco. Il sapore è morbido e vellutato, con una buona dote in tannini. Elegante e dinamico. Finale lungo e persistente .

Temperatura di servizio: 18-20 °C previa ossigenazione per almeno 2 ore;

Longevità : Se ben conservato a temperatura costante di 12° può allungare il suo apogeo sino al 2025.

 

Abbinamenti : E’ superlativo con uno spezzatino di manzo alle erbe mediterranee, con un timballo di zita alla napoletana o con una faraona all’estragone ma,per chi vuole osare, lo consiglio con un capretto in fricassea di cacio e uova.

 

 

 

Articolo precedente
Articolo successivo
Nessun Commento

Inserisci un commento