Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/05/2021
HomeUncategorizedLA SECONDA STAGIONE DI MARSICA SHARING

LA SECONDA STAGIONE DI MARSICA SHARING

È  iniziata lunedì 11 ottobre la nuova stagione di Marsica Sharing. Ogni mese l’associazione proporrà un tema da approfondire attraverso due eventi: un webinar online e un incontro dal vivo. Questo mese il tema scelto è stato quello della plastica e, il primo incontro online, ha avuto come ospite principale Marco Fracassi, Amministratore Unico della Fama Plast e Presidente di Confindustria Abruzzo. La plastica è un tema complesso che vuole un’analisi approfondita e puntuale. 

Durante l’incontro sono state analizzate le ragioni per cui il Covid-19 ha, di fatto, accelerato il consumo e quindi l’aumento della domanda di plastica sul mercato. I nostri consumi in questi mesi, e questo è sotto gli occhi di tutti, si sono orientati principalmente verso il monouso e tutto ciò che è ‘usa e getta’. Sono al contempo aumentati i campi di applicazione di questo materiale che ancora non ha eguali in termini di caratteristiche: discreta durezza, buona resistenza, ottime proprietà meccaniche, facile trasportabilità. Si è discusso durante il webinar delle applicazioni più importanti della plastica e di quando è possibile sostituirla con altri materiali come il vetro e la carta. 

A volte questa sostituzione può funzionare ma, altre volte, la sostituzione della plastica non è sostenibile né a livello di costi né tanto meno per l’ambiente. La plastica ha una caratteristica unica, che nasce completamente riciclabile e, per riciclarla, si usano esclusivamente procedimenti meccanici a basso costo. Con il Presidente di Confindustria Abruzzo si è parlato anche della plastic tax (tassa sulla plastica), una strategia che sembra essere poco efficace se veramente si vuole ridurre la produzione di questo materiale.

L’azione del singolo consumatore è fondamentale tanto quanto quella dei grandi stati nazionali. Da una parte il consumatore deve essere educato per raggiungere ancor più consapevolezza delle proprie scelte.  Gli obbiettivi sono due: ridurre il consumo della plastica e far di tutto affinché sia riciclata. Dall’altra parte, questo deve andare di pari passo ad un aggiornamento delle normative internazionali in termini di riciclaggio di questo materiale. La plastica non può continuare a finire nell’indifferenziato o ad essere sprecata, si dovrebbe far di tutto per riportarla all’interno del ciclo produttivo. 

C’è bisogno di un’azione congiunta di tutte le economie del mondo per avere dei risultati sull’ambiente e per tutelare veramente i nostri mari, tanto dalla plastica quanto dagli altri rifiuti. Una vera svolta può avvenire solo se l’attuale economia lineare verrà realmente sostituita da un’economia circolare, non solo in Europa, ma in tutto il mondo.

L’ultima parte dell’incontro  sono stati discussi alcuni problemi strutturali del territorio e la situazione lavorativa in Italia.

Si può riascoltare l’intero incontro  sulla pagina Youtube di Marsica Sharing oppure accedendo al nuovo sito dell’associazione: www.marsicasharing.com

Nessun Commento

Inserisci un commento