Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


10/19/2021
HomeAttualitàTREBBIANO CASTELLO DI SEMIVICOLI

TREBBIANO CASTELLO DI SEMIVICOLI

Siamo a San Martino sulla Marruccina,  dove la Cantina Masciarelli conserva la sua sede storica.  Un luogo incantevole, in provincia di Chieti, circondato da vigneti che guardano alla Maiella, grande montagna distante solo pochi chilometri. È qui, nel Castello di Semivicoli, che nascono alcuni dei vini più rappresentativi dell’Abruzzo e della cantina  Masciarelli. Il Trebbiano, bianco tra i più celebrati della zona, spicca per espressività ed eleganza.

Dai 2,5 ettari vitati iniziali, l’azienda ha saputo crescere fino ad arrivare agli attuali 320 ettari, disseminati in 14 diversi comuni nelle province di Chieti, Teramo, Pescara e L’Aquila. Vigneti molto differenti tra loro, con terreni dalle caratteristiche specifiche, ricchi di minerali, posti a varie altitudini sul livello del mare, coltivati sia seguendo il tradizionale allevamento a pergola che il filare a guyot. Terreni esposti a diverse condizioni microclimatiche, che producono specifiche e differenti espressioni dei vitigni in essi coltivati, esaltandone le rispettive peculiarità. 
I numeri però non devono confondere: tutta la produzione spicca infatti per l’elevata qualità media che riesce a esprimere. Grande importanza nella filosofia produttiva di Masciarelli, è sempre stata riconosciuta al territorio e alla sua cultura e tradizione enologica, motivo per cui sin dai primi anni Gianni Masciarelli ha scommesso sulle potenzialità di quei vitigni che parlavano la lingua della sua gente: il montepulciano e il trebbiano. Ieri come oggi, insomma, Masciarelli, e non di meno Marina Cvetic, sono sinonimi di vini di qualità e di Abruzzo.  Il Trebbiano D’Abruzzo DOC “Castello di Semivicoli” oggi in degustazione è, tra i bianchi,  la punta di diamante della cantina avendo ricevuto numerosi premi nazionali ed internazionali tra i quali segnalo il prestigioso “tre bicchieri” del Gambero Rosso”.

Provenienza : Ripa Teatina – Abruzzo-  

Annata : 2015

Gradazione alcolica: 13,5% vol.

Varietà delle uve:  Trebbiano 100%

Tipologia: Giallo paglierino, al naso esprime la quintessenza della tipologia grazie a belle note fruttate impreziosite da sentori di gelsomino e da tracce vegetali. Al palato è intenso, vibrante e finissimo. Equilibrato e disteso, chiude con un finale di rara persistenza. 

Vinificazione: i vigneti sono posti su terreni calcarei, caratterizzati da una forte componente minerale, e il microclima, contraddistinto da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte, creano le condizioni ideali per la maturazione delle uve tipicamente insediate in Abruzzo, i cui filari convivono con le piante d’ulivo in un unico spazio vitale. Dopo la vinificazione viene lasciato alcuni mesi in acciaio e almeno 24 mesi in bottiglia  prima di essere avviato alla commercializzazione. 

 Temperatura di servizio: 10-12 °C . Per gustarlo al meglio è opportuna una ossigenazione di almeno 30 minuti 

Conservazione : fino al 2026

Abbinamenti : Si sposa magnificamente con un tonnarello allo scoglio, con un rombo chiodato con sfoglia di patate ma, per chi vuole osare,  è da provare con uno scorfano alla siciliana.

Nessun Commento

Inserisci un commento