Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


09/23/2021
HomeEdizioniCittà Sant’Angelo, approvate le aliquote TARI

Città Sant’Angelo, approvate le aliquote TARI

Sono state approvate nel Consiglio Comunale del 29 giugno scorso, le aliquote TARI 2021. L’occasione è stata quella di aggiornare anche il regolamento, approvato già il 30 marzo 2021. Un nuovo tariffario che prevede diverse novità. Il primo sostanziale cambiamento è dedicato alle attività economiche che hanno subito una brusca frenata a causa del covid19. Per loro è stato previsto l’abbattimento della quota variabile, che passa dal precedente 20% al 50%. Un aumento della percentuale che consentirà di dare respiro a chi ha dovuto gestire un’attività nel corso della pandemia. Per quanto riguarda le utenze domestiche, sono state introdotte delle riduzioni per chi ha una componente familiare di tre o più persone e una superficie occupata di non più di 100 mq. Sono delle fasce di riduzione del tributo, alle quali si può accedere previa presentazione, al Comune, dell’ISEE. La scontistica sarà del 30% del tributo per valore ISEE del nucleo familiare non superiore ad euro 12.000; del 15% del tributo per valore ISEE del nucleo familiare di euro 14.000. Inizialmente la scontistica era prevista solo per la prima fascia, ma l’amministrazione comunale ha voluto predisporla anche per gli ISEE da 14.000 euro proprio per ampliare la forbice di utenze. Le scadenze delle quattro rate di prossima emissione sono: 31 luglio 2021; 15 settembre 2021; 31 ottobre 2021; 10 dicembre2021. Soddisfatto del lavoro svolto, il Sindaco, Matteo Perazzetti: “È noto a tutti quanto la pandemia abbia influenzato negativamente la nostra quotidianità ma i danni economici sono smisurati. Nonostante questo, non ci sono stati sostanziali aumenti ma, al contrario, per la prima volta a Città Sant’Angelo è stata prevista una tassazione graduale attraverso l’ISEE. Si poteva prevedere una crescita della tassazione, visto il porta a porta e invece non c’è stato perché si è voluto mantenere un equilibrio per le famiglie. Come sempre, agiamo per il bene degli angolani.”

Nessun Commento

Inserisci un commento