Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/05/2021
HomeCalcioLND Abruzzo, Open Day al Parco De Riseis, alla scoperta del calcio dei diversamente abili

LND Abruzzo, Open Day al Parco De Riseis, alla scoperta del calcio dei diversamente abili

Open Day al Parco De Riseis dedicato al calcio dei diversamente abili

Giornata importante per il calcio abruzzese quella di giovedì 17 giugno: a Pescara, infatti, si terrà l’Open Day dell’Accademia Biancazzurra per illustrare sul campo l’attività con gli atleti diversamente abili. Per l’occasione la Responsabile Regionale della 4a Categoria, Milena Pesolillo, ha rivolto un invito a tutte le società abruzzesi: “Venite giovedì a Pescara per scoprire il grande lavoro umano e sportivo che facciamo quotidianamente coi nostri ragazzi. Molti dirigenti ci hanno chiesto informazioni in queste settimane, ma credo che l’esperienza sul campo sia il migliore approccio per scoprire questo mondo e, magari, cimentarsi come l’Accademia Biancazzurra e le altre società abruzzesi che svolgono l’attività già da qualche anno“.
I dirigenti che vorranno assistere alla sessione di allenamento potranno farlo dalle 15:30 alle 16:30 di giovedì 17 giugno, presso il campo del parco “Villa De Riseis” a Pescara (via Puccini), prenotando la propria partecipazione con una email all’indirizzo crlnd.abruzzo01@figc.it . Il Responsabile Tecnico del club pescarese, Simone Vitale, condurrà le attività in campo, illustrando agli ospiti tecniche e modalità di training.
Saranno presenti anche il presidente Concezio Memmo e tutto il Consiglio Direttivo del Comitato: “Sarà un’occasione speciale, perché vogliamo portare concretamente il nostro apporto a questa attività, in quanto l’inclusione è uno dei cardini del nostro mandato. Subito dopo la seduta di allenamento, presso la sede dell’Accademia Biancazzurra, terremo un Consiglio Direttivo. Vogliamo andare sul territorio e lavorare al fianco delle nostre società, e questi Consigli itineranti diventeranno una consuetudine e un metodo di lavoro“.
Nessun Commento

Inserisci un commento