Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/09/2021
HomeLa Rivista“Il Benessere” di Giuseppe Mazzocco

“Il Benessere” di Giuseppe Mazzocco

La richiesta del benessere, soprattutto oggi (in fase pandemica, per il Covid 19), è sempre maggiore, per cui diventa importante conoscere le raccomandazioni per realizzare la prevenzione, che mantiene lo stato ottimale del vivere bene. Inauguriamo questa Rubrica trattando la tematica da cui prende il nome

IL BENESSERE

   Il distaccamento europeo dell’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità – definisce il benessere come “lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale di ben-essere, che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società”: una condizione di piacevolezza psico-somatica, che si deve cercare tutti i giorni, adottando uno stile di vita razionale e governato dalle regole della prevenzione.

   La prevenzione è la “medicina dell’uomo sano”: se si sta bene, e si vuol continuare a godere di questo stato, bisogna prevenire ogni forma di squilibrio.

   La prevenzione non ha “farmacie” distribuite sul territorio; le sue “medicine”, che non hanno controindicazioni, sono quelle che il buon senso mette a disposizione e rappresentano i tre pilastri su cui poggia il benessere: il movimento, l’alimentazione ed il massaggio.

  

Muoversi razionalmente, alimentarsi in modo sano e procurarsi rilassamento psico-fisico sono le raccomandazioni che, messe in atto, mirano a migliorare l’equilibrio socio-psico-somatico di ogni uomo.    

   Il benessere è, quindi, prevenzione e buon senso, che ritroviamo nella nostra cultura e nelle raccomandazioni del mondo scientifico.

   Tre consigli per il benessere: camminare per trenta minuti, tutti i giorni, ad un ritmo tale da consentire di parlare senza affanno, produce sorprendenti effetti benefici sull’organismo e sulla psiche; alimentarsi con cibi naturali, masticare a lungo e rispettare il vecchio adagio che ricorda che la colazione deve essere da re, il pranzo da principe e la cena da povero, permettono di mantenersi in forma, con il giusto equilibrio ponderale ed una equilibrata funzionalità corporea; godere di momenti di relax, procurati da massaggi preventivi con oli essenziali, riequilibrano i parametri vitali dell’“unità uomo”, inquinati dallo stress, togliendo spossatezza e riattivando i processi per la serenità.

   Un motivo molto prezioso, per stare bene, è la riscoperta del corpo, per cui è diventato imperativo il recupero dell’uomo (come essere che cammina, che si alimenta e che gode del relax) perché possa riaprire il dialogo con il proprio ecosistema, riscoprendo il gusto del vivere. Ecco, allora, il ritorno ai vecchi, ma validi, criteri di saggezza esistenziale ed ai metodi di terapia naturale, con la necessità di adattare ad essi tutto quello che, in un equilibrato sinergismo tecnico, può aiutare la ricerca della salute.

   Il benessere, mettendo in atto le raccomandazioni della prevenzione, è la risposta più logica per contrastare il logoramento dell’uomo d’oggi e riportare in equilibrio i parametri psicologici, fisici e sociali che permettono all’uomo di godere del suo tempo e del suo mondo.

Post Tags
Nessun Commento

Inserisci un commento