Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/04/2021
HomeCulturaEcco una petizione per la riapertura delle scuole elementari in Abruzzo

Ecco una petizione per la riapertura delle scuole elementari in Abruzzo

Di seguito, quanto inviato in redazione dalla giornalista Maria Orlandi:

Sono già 120 le persone che, in questi giorni, hanno firmato la petizione on line che chiede la riapertura della scuola elementare in presenza in Abruzzo.

La petizione, indirizzata al Presidente della Regione Marsilio, ha avuto una crescita delle adesioni proprio in seguito alle nuove disposizioni inerenti la scuola in tutto Abruzzo.

Numerosi i punti a fondamento della richiesta oggetto di raccolta firme, prima tra tutte la risposta dell’Istituto Superiore di Sanità alla domanda: Le varianti colpiscono in maniera particolare i bambini? La risposta a riguardo è chiara e la fonte autorevole: “i bambini, in particolare i bambini più piccoli, sembrano essere meno suscettibili all’infezione da SARS-CoV-2 rispetto ai bambini più grandi e agli adulti, il che sembra verificarsi anche per la variante B.1.1.7, la cosiddetta variante ‘inglese’, che manifesta un aumento cospicuo della trasmissibilità tutte le fasce di età. Ulteriori studi e approfondimenti sono in atto (fonte Oms/Ecdc)”.

Al contrario sono ormai evidenti e conosciute le conseguenze della dad nei bambini piccoli. Una ricerca condotta dal Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi ha evidenziato che “l’eccessivo utilizzo di dad nella scuola dell’infanzia e primaria può limitare l’apprendimento, ostacolare la regolazione emotiva, cognitiva e comportamentale. Con una ridotta capacità di concentrazione, una minore curiosità e autocontrollo, con sintomi di ansia e depressione”.

A tutto questo si aggiunge che i docenti e il personale scolastico hanno chiesto e ottenuto di essere vaccinati prima di altre categorie, per poter tornare a lavorare in presenza, non si spiegano dunque i motivi che rendono problematico il ritorno a scuola in presenza.

Infine, è evidente che il protocollo di sicurezza nelle scuole ha funzionato e funziona: i bambini hanno dimostrato di essere i più resilienti in questa situazione di emergenza, accettando tutte le limitazioni loro imposte, pur di condividere uno spazio minino di socialità all’interno della scuola ai tempi del Covid.

Per questi motivi i firmatari della petizione chiedono, al più presto, la riapertura della scuola elementare e l’indicazione di una data certa e non un poco chiaro orizzonte temporale descritto come “dopo Pasqua”.

Per firmare la petizione: https://www.change.org/p/marco-marsilio-presidente-regione-abruzzo-riapertura-scuole-elementari-in-presenza-in-abruzzo/dashboard

Nessun Commento

Inserisci un commento