Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


09/18/2021
HomeAttualitàChieti, eseguita un’ordinanza di detenzione domiciliare dalla Polizia

Chieti, eseguita un’ordinanza di detenzione domiciliare dalla Polizia

Gli Agenti della Quarta Sezione – Crimine Diffuso – della Squadra Mobile della Questura di Chieti, hanno eseguito un’ordinanza applicativa della Detenzione Domiciliare nei confronti di un uomo, di 45 anni, pregiudicato originario della Campania ma da anni residente nel chietino, in quanto condannato in via definitiva ad anni 2 e mesi dieci di reclusione  con provvedimento di  cumulo di pene emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello dell’Aquila. Il Tribunale di Sorveglianza dell’Aquila, per sopraggiunti motivi di salute,  lo ha al momento  ammesso al beneficio della detenzione domiciliare.

Tale pena è relativa alla condanna definitiva che gli è stata inflitta in quanto ritenuto responsabile dell’accoltellamento di un corregionale, fatto avvenuto nel gennaio del 2012 all’interno di un ristorante di Chieti ove entrambi lavoravano quali pizzaioli. In tale occasione il predetto aveva sferrato una coltellata all’indirizzo dell’altro uomo, fortunatamente  attingendolo solo  ad un braccio ma causandogli una grave lesione personale. A seguito di tali fatti era intervenuto personale dell’Ufficio Volanti di questa Questura che aveva provveduto, tra l’altro,  al sequestro dell’arma rivelatasi essere un coltello da bistecca.

A tale condanna si è cumulata un’altra intervenuta a seguito della commissione di più episodi di truffa posti in essere nei confronti di gestori di tabaccherie di Chieti e zone vicine, i  quali, dopo essere stati indotti in errore, effettuavano ricariche su carte  Postepay indicate dal predetto senza tuttavia ottenerne il pagamento.

 Oltre al provvedimento sopra indicato, l’arrestato annovera segnalazioni di polizia e condanne per reati contro il patrimonio, in particolare furti e truffe nonché per falso, danneggiamento e resistenza a Pubblico Ufficiale. E’ stato  destinatario, più volte, della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio e, negli ultimi mesi è stato sanzionato due volte per inosservanza della normativa anticovid peraltro recandosi illecitamente  fuori regione durante il periodo di lockdown.

Nessun Commento

Inserisci un commento