Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/17/2021
HomeCalcioLanciano, botta e risposta in Comune e fuori con l’assessore Caporale: tutti i dettagli

Lanciano, botta e risposta in Comune e fuori con l’assessore Caporale: tutti i dettagli

Botta e risposta tra l’assessore Davide Caporale di Lanciano e la società del Lanciano Calcio nell’incontro tenuto oggi in Comune: il membro dell’Amministrazione ha infatti dichiarato al quotidiano sportivo “vasport.it” che la discussione si sarebbe chiusa con un “turpiloquio” del vice-presidente Claudio Alluni. Alluni stesso avrebbe usato “termini e parole non appropriate da parte di chi dovrebbe rappresentare una società di calcio con cento anno di storia e un recente passato nel calcio che conta“.

Il Lanciano Calcio, poco dopo, ha rilasciato il seguente comunicato per precisare la propria posizione: “L’ASD Lanciano Calcio, facendo seguito all’incontro odierno con l’assessore Caporale ed alle parole dallo stesso riportate oggi su vasport.it, precisa la sua ferma intenzione di continuare il progetto sportivo intrapreso: l’attività, infatti, non verrà in alcun modo sospesa o condizionata, stante l’obiettivo prefissato di raggiungere prima possibile il professionismo con i colori rossoneri.
Per quanto concerne lo stadio “Biondi” e le presunte inadempienze strutturali segnalate dallo stesso assessore, la società precisa di essersi fatta carico, nel corso degli ultimi mesi, di lavori per la realizzazione di svariate migliorie. Risulta dunque curioso che le inadempienze strutturali di cui ad oggetto vengano alla luce soltanto oggi, vista la presa in affidamento risalente a settembre scorso, insieme alla paventata conseguenza di una revoca della concessione. Pur rispettando le parole dell’assessore, il Lanciano precisa al riguardo che l’obiettivo del professionismo resta la priorità e che verrà raggiunto, al “Biondi” o in un’altra struttura. Prerogativa, questa, di fondamentale importanza per la società, ma che potrebbe non fare né caldo né freddo ad un assessore presente in conferenza soltanto per l’aspetto istituzionale e non sportivo, così come da lui stesso dichiarato nell’incontro odierno.
In ultimo, l’ASD Lanciano Calcio, pur nel totale rispetto dei ruoli e delle istituzioni, precisa di non aver alcuna intenzione di vedere il nome e l’operato della società infangati con considerazioni poco edificanti: si auspica dunque un ritorno, questo sì il prima possibile, ad un clima di collaborazione scevro da astio e personalismi, rispettoso solo ed unicamente della gloriosa tradizione sportiva frentana”.

Nessun Commento

Inserisci un commento