Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/08/2021
HomePubblica AmministrazioneChieti, nessun problema al mercato del venerdì: “Nei prossimi giorni incontro con la categoria”

Chieti, nessun problema al mercato del venerdì: “Nei prossimi giorni incontro con la categoria”

Il mercato del venerdì si è svolto senza problemi e rilievi, secondo quanto disposto in termini di sicurezza e distanze dalla presenza dell’Abruzzo nella zona rossa. Le attività, come stabilito da apposita ordinanza del sindaco, si sono svolte in via della Liberazione e Via XXIV Maggio.

“Un mercato vissuto e controllato come capita ogni volta in città e in particolare oggi – dicono il sindaco Diego Ferrara e l’assessore Manuel Pantalone – La nostra Amministrazione sin dal primo momento ha riorganizzato tutti i mercati in modo che potessero avere luogo anche durante la pandemia, secondo quanto disposto dai protocolli ministeriali per il settore e ora non solo si svolgono in pieno rispetto delle normative covid, ma applicando i protocolli stabiliti dalla Regione Abruzzo su distanziamento e fruibilità. Oggi fra le bancarelle c’era la sorveglianza della Polizia Municipale e anche delle associazioni di Protezione civile comunale, come capita ogni volta.
Già nei prossimi giorni avvieremo con gli operatori un’anteprima del tavolo che dopo le feste ci vedrà impegnati nella riorganizzazione condivisa dei mercati, per trovare la migliore soluzione possibile sia in termini di organizzazione che ubicazioni, questo per consentire le vendite in modo sicuro, ma cominciando anche a esaltare la qualità dei mercati teatini, che si svolgono da decenni e rappresentano un settore importante del commercio della città.
Sulla filiera abbiamo idee precise che stiamo già mettendo in pratica, per restituire respiro a un settore che in questi anni è stato in sofferenza, vogliamo farlo insieme agli operatori, perché riteniamo che le scelte migliori siano quelle condivise con le categorie a cui sono rivolte”.

Nessun Commento

Inserisci un commento