Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/17/2022
HomePubblica AmministrazioneYokohama: D’Amario, Alfagomma assorbirà 90% lavoratori

Yokohama: D’Amario, Alfagomma assorbirà 90% lavoratori

Questa mattina l’azienda Alfagomma ha illustrato, alla presenza dell’assessore alle Attività produttive, Daniele D’Amario, dell’assessore alle Politiche del lavoro, Pietro Quaresimale, del consigliere regionale Mauro Febbo e delle organizzazioni sindacali, il piano industriale, indicando i modi e i tempi per il subentro e il rilancio della Yokohama di Ortona. “Il progetto proposto da Alfagomma è tato presentato al MISE, e doveva trovare il consenso dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali, e dopo cinque mesi di trattative e con buon senso si è giunti ad un accordo con l’obiettivo di rilanciare il sito di Ortona e garantire le assunzioni dei lavoratori ex Yokohama oggi in mobilità – hanno illustrato gli assessori Daniele D’Amario e Pietro Quaresimale. Infatti – sottolineano – il piano industriale pianifica come già entro giugno 2021 il potenziale assorbimento è di n. 63 unità che rappresenterebbe già il 79% dei dipendenti in mobilità. Il potenziale assorbimento di ulteriori manovalanze nella seconda parte del 2021, da agosto a dicembre, comporterebbe ulteriori assunzioni di 43 unità articolate in 8 impiegati e 35 operai, portando l’assorbimento di maestranze a un totale di 106 unità, a cui si aggiunge la prosecuzione del piano industriale per tutto il 2022 portando il totale potenziali assunzioni a 155 persone. Questo significa che la società Alfagomma si è obbligata a riassorbire il 90% dei lavoratori Yokohama. Un ottimo e insperato risultato raggiunto grazie alla sinergia messa in campo da tutti gli attori: il liquidatore della Yokohama, la nuova società Alfagomma interessata al rilancio dello stabilimento, i sindacati e la Regione attraverso il Dipartimento Attività Produttive e politiche del Lavoro. Possiamo – concludono D’Amario e Quaresimale – essere siamo soddisfatti dell’esito della vertenza e soprattutto di come siamo arrivati all’intesa finale e definitiva delle trattative attraverso il Gruppo Alfagomma. Nelle prossime settimane come Regione continueremo a farci garanti della mediazione tra la nuova società e le parti sociali per il rispetto di tutti gli impegni che l’azienda stessa indicherà nell’intesa, a partire dal mantenimento prima e incremento dopo dei livelli occupazionali come delineati nel piano industriale”.

QUESTA NOTIZIA TI INTERESSA? ENTRA A FAR PARTE DEL NOSTRO GRUPPO PER RICEVERNE OGNI GIORNO DI SIMILI: CLICCA “MI PIACE” SU CENTRALMENTE MARSICA QUI!

Nessun Commento

Inserisci un commento