Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/10/2021
HomeAttualitàZona Rossa: l’area metropolitana di Pescara si prepara a dei controlli più serrati

Zona Rossa: l’area metropolitana di Pescara si prepara a dei controlli più serrati

Nella mattinata odierna si è tenuta una Riunione Tecnica di Coordinamento Interforze presieduta dal Prefetto della provincia di Pescara, Giancarlo Di Vincenzo, alla quale hanno partecipato il Vicario del Questore dott.ssa Alessandra Bucci, il Comandante provinciale Arma dei Carabinieri di Pescara col. Eduardo Gambardella, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, col. Vincenzo Grisorio, il Comandante della Polizia Municipale di Pescara, col. Danilo Palestini, il Comandante della Polizia Municipale di Montesilvano magg. Nicolino Casale, il Comandante della Polizia Municipale di Spoltore cap. Panfilo D’Orazio, il Comandante della Polizia Municipale di Città Sant’Angelo cap. Luca Marzuoli.

“Nel corso della riunione – sottolinea il Prefetto Di Vincenzo – è stata svolta un’attenta analisi ai fini di una rimodulazione dei controlli da parte delle Forze dell’ordine, per assicurare il rispetto delle misure di cui all’art. 3 del D.P.C.M. 3 novembre 2020, che trovano applicazione, alla luce dell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 102 del 16 novembre scorso, in tutto il territorio della Regione Abruzzo”.

Dall’attività svolta dalle Forze dell’ordine nei giorni scorsi, è comunque emersa una tendenziale responsabilizzazione dei comportamenti dei cittadini, in linea del resto a quanto già accaduto nei mesi scorsi.

Ferma restando l’implementazione delle attività di controllo da parte delle Forze dell’ordine, il Prefetto ribadisce l’importanza di un’ulteriore, maggiore attenzione nei comportamenti da parte di tutti ai fini del rispetto della nuova disciplina, che entrerà in vigore dalla giornata di domani.

Si ricorda, infine, che sul sito del Governo (www.governo.it) possono essere consultate le risposte alle domande più frequenti poste dai cittadini.

Nessun Commento

Inserisci un commento