Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


10/23/2021
HomeCalcioAtessa ancora ko dal dischetto, gioia Val di Sangro, il derby è tuo!

Atessa ancora ko dal dischetto, gioia Val di Sangro, il derby è tuo!

Storico match ad Atessa che, in un gremito stadio di Montemarcone, può tornare ad ospitare la stracittadina per eccellenza della propria città, con la neo promossa Atessa Calcio che si scontra con la Val di Sangro, venti anni esatti dopo l’ultimo scontro in campionato (Marzo 2000, finì 0-0).
I rossoblù devono fare a meno ancora di Marinelli, Filippo Di Cencio e Flocco, uno dei tanti ex di turno, costretto al forfait per un problema muscolare. Mister Farina allora riconferma dieci undicesimi del match di Ortona, avvicendando solamente Rossi al posto di D’Ortona.
L’Atessa parte a spron battuto e dopo due minuti è già pericolosa con il bel triangolo tra Di Biase, Mainella e Tucci, con quest’ultimo che arriva alla conclusione da posizione defilata, trovando l’opposizione dell’estremo ospite Serrapica.
La risposta dei sangrini non si fa attendere e arriva in due occasioni: al 7’ ci prova l’ex Fonseca, dal vertice d’area, spedendo oltre il montante, e poco dopo con Cardone, il quale semina il panico con un velenoso corner a rientrare, per poi provare la conclusione, dopo la respinta, alzando troppo la traiettoria del pallone che finisce alto.
Dopo un movimentato avvio, la gara diventa più dura e spigolosa, con poche emozioni in zona calda.
Il match si risveglia improvvisamente alla mezzora esatta ed è l’Atessa ad avere l’occasionissima per sbloccare il punteggio: ottimo break in mediana di Quintiliani, che avanza e serve sulla sinistra capitan Mainella, il quale prende la mira e lascia partire un fendente a filo d’erba che supera Serrapica ma si stampa sulla base del palo; sulla respinta, a porta spalancata, si avventano sia Letto che Di Biase ma, incredibilmente, i due si ostacolano a vicenda sparando il pallone fuori, tra lo sconforto del pubblico di fede rossoblù per la colossale palla gol sciupata.
Sul finale di tempo continuano a spingere i draghi ancora con Mainella, che impegna Serrapica in un intervento non facile su un piazzato dal vertice d’area.
Al 43’ calcio di punizione battuto a sorpresa da Quintiliani per D’Antonio, il quale crossa dalla sinistra sul secondo palo dove arriva l’accorrente Letto, che calcia da ottima posizione ma trova il muro di Martelli a vanificare tutto.
L’ultima emozione della prima frazione arriva proprio allo scadere ed è ancora di marca atessana, con Letto che vince un rimpallo e prova dal limite, con la sfera che fischia vicino al palo e si spegne sul fondo.
Al rientro dall’intervallo, l’Atessa non riesce a mantenere la stessa intensità, anche perché la Val Di Sangro torna in campo ancor più arrembante e decisa, continuando la sua grossa opera di pressing e raddoppi sistematici sui portatori di palla avversari, prima di ripartire con velocità attaccando gli spazi.
Comunque sia, il primo sussulto lo porta ancora il capitano atessano Mainella, il quale ci riprova da calcio piazzato ma con una traiettoria lenta e prevedibile per l’attento Serrapica.
L’episodio chiave che segna la stracittadina arriva al minuto 53: la difesa rossoblù, sotto pressione, non riesce a spazzare il pallone, finendo per perderne il possesso; la sfera arriva tra i piedi di Cianci, che si incunea in area di rigore dalla sinistra ed è bravo a prendere posizione su Benedetti, che finisce col franargli addosso; per il signor Carlini della sezione di Lanciano ci sono gli estremi per il penalty ed indica quindi il dischetto; dagli undici metri, Nicolò Carpineta realizza col brivido, con un mancino sporco che filtra sotto le braccia di Di Cencio. Palla in rete e boato del folto settore ospiti colorato di biancoazzurro.
La reazione dei locali, nell’immediato, è tutta nel destro dal vertice d’area di D’Antonio che finisce sopra la traversa.
Al 64’, dall’ennesimo angolo di Cardone, si accende una mischia risolta dalla zampata dell’avanzato Mastronardi che non trova la porta, disturbato anche dall’uscita coraggiosa del giovane Di Cencio.
A metà tempo si fa notare il subentrato Pili, che aveva rilevato Tucci in precedenza, con un volenteroso sinistro dalla media distanza, facile preda di Serrapica.
Poco dopo entra in scena anche l’ultimo arrivato in casa rossoblù, il classe 2001 Samuel Battista, caparbio nell’assolo personale, che, dalla linea di fondo, lascia partire un tiro beffardo che per poco non sorprende l’estremo sangrino, con la sfera che batte sul palo esterno.
Il tempo scorre e capitan Mainella suona ancora la carica ai suoi provando ancora una volta direttamente su calcio di punizione, ma la mira è imprecisa e la sfera sorvola la trasversale.
L’ultima occasione degna di nota per la truppa di mister Farina arriva al 77’, allor quando D’Antonio si apre un varco e serve Quintiliani, il quale avanza e appoggia per Mainella, che ci prova con un potente diagonale, ma Serrapica ci mette i guantoni e neutralizza la minaccia.
Nel recupero, una Val di Sangro sempre lucida ed attenta, si riaffaccia pericolosamente in avanti con il piazzato a giro di Fonseca, respinto in tuffo plastico da Di Cencio.
Prima del fischio finale, l’Atessa resta anche in dieci per il fallo da ultimo uomo di Rossi che costringe il direttore di gara ad estrarre il rosso diretto ai danni del difensore. Di lì a poco, il triplice fischio fa partire la festa in casa Val di Sangro, che esce vittoriosa e conquista la prima vittoria stagionale. Biancoazzurri ben organizzati, con più mordente e mai in affanno a livello fisico. Seconda sconfitta consecutiva per l’Atessa, invece, ancora una volta penalizzata dagli episodi ma, rispetto alla sfida di Ortona, che fa registrare un passo indietro sul piano della prestazione. L’undici di mister Farina è apparso poco lucido, specie dopo lo svantaggio, evidenziando che c’è un buon margine di miglioramento ma che la strada da fare è ancora molto lunga. Possibilità del pronto riscatto, tuttavia, poiché l’Atessa rigiocherà di nuovo in casa domenica prossima, ospitando l’Athletic Lanciano, mentre la Val di Sangro è attesa a Casoli, trovandosi di fronte il Fossacesia.

 

 

 

 

 

 

TABELLINO

ATESSA CALCIO  VAL DI SDANGRO  0 – 1 
MARCATORI: 9′ st Carpineta su rigore.

ATESSA CALCIO: Di Cencio, Lemme, Berardi, Tucci (23’ st D’Ortona), Rossi, Benedetti, Di Biase (23’ st Pili), Quintiliani, Mainella, D’Antonio, Letto (15’ Battista).
A DISPOSIZIONE: D’Amico, Verna, Di Domenica, Flocco, Pasquarelli, Canuto.
ALLENATORE: Gabriele Farina.
VAL DI SANGRO: Serrapica, Mastronardi, Palladino, Tano G., Martelli, Cianci (18’ st D’Orazio P.), Carpineta, Tano L. (36’ st Pellicciotta), Fonseca, Menna (37’ st Rossetti), Cardone (22’ st Morgione).
A DISPOSIZIONE: Iachini, De Virgliis, Pili, Di Pasquale, D’Orazio A.
ALLENATORE: Angelo Bisci.

ARBITRO: Loris Carlini sezione di Lanciano (Ungureanu di Lanciano e Monticelli di Teramo gli assistenti).

Nessun Commento

Inserisci un commento