Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


03/04/2021
HomeCalcioCasalbordino – Atessa: le voci dei due tecnici nel post partita

Casalbordino – Atessa: le voci dei due tecnici nel post partita

Abbiamo sentito le prime impressione nell’immediato post match dell’amichevole tra Casalbordino ed Atessa, terminata sul 2-2.
Ai nostri microfoni Beppe Soria, tecnico dei giallorossi:
Aldilà del calcio di agosto, pensa che aver subito quattro gol, nei due test, da squadre di Promozione possa essere una piccola spia d’allarme?
“Non credo. Può succedere, specie in questo periodo. Dei quattro gol presi, il primo con lo Scafa è scaturito da un infortunio del nostro portiere e il primo di oggi (ieri) è stato un eurogol. Poi, è chiaro che c’è da lavorare e lo sapevamo già. Non sono preoccupato.”
E già, anche perché l’altro lato della medaglia mostra una squadra che sa anche reagire nonostante il caldo, i carichi di lavoro e le gambe pesanti. Il Casalbordino dove può arrivare?
“Il Casalbordino deve avere la forza e la mentalità per fare qualcosa e anche su questo stiamo lavorando. Rimettersi in moto dopo sette mesi di inattività non è per niente facile. Noi stiamo cercando di ridare alla squadra l’energia e la voglia per affrontare un campionato di Eccellenza. Dove possiamo arrivare lo vedremo partita dopo partita.”
Da “gloria recente”, per non dire vecchia gloria, ha ritrovato l’Atessa, una società in cui ha giocato e ha lasciato dei bellissimi ricordi in Eccellenza. Dopo diversi anni, i rossoblù sono tornati in Promozione dopo una faticosa risalita. Come ha visto i vostri avversari odierni?
“Dall’organizzazione e dai nomi dei giocatori che hanno preso, credo che possa lottare insieme a squadre come San Salvo ed altre formazioni attrezzate per le zone alte. Conosco bene mister Farina e anche diversi elementi con cui ho sia giocato che allenato, quindi so bene cosa possono dare e cosa possono inventarsi la Domenica. Gli faccio un grandissimo in bocca al lupo e mi auguro di vederli lì sopra.”
Abbastanza soddisfatto anche il mister dell’Atessa Gabriele Farina, alla quarta stagione sulla panchina dei draghi.
Finalmente si torna a respirare aria di campo dopo sette mesi di inattività. È arrivato un buon pareggio in casa di una società di Eccellenza ambiziosa come il Casalbordino. Ottimo primo tempo dei suoi, poi nella ripresa sono rinvenuti i giallorossi con due penalty. come giudica la prestazione dei rossoblù?
“Abbiamo fatto un buon test contro una squadra forte che disputerà un campionato di Eccellenza onorevole. L’esito del risultato in questo periodo conta poco e niente. Serve per riprendere quel ritmo partita che manca da mesi e per conoscersi. Abbiamo cominciato a lavorare da poco ma ci sono stati dei buoni spunti. Possiamo fare bene e se rimaniamo umili, cattivi e concentrati mentalmente ci possiamo togliere belle soddisfazioni con le qualità che abbiamo, anche se è ancora troppo presto per dire quello che saremo.”
Il calcio d’agosto lascia sempre il tempo che trova, però, specie nel primo tempo, si è vista una buona tenuta di campo, una invidiabile organizzazione e buone idee nonostante le diverse assenze. Se proprio vogliamo metterci un giudizio, è contento dei due gol fatti ad una squadra di Eccellenza o è scontento di aver subito una rimonta per due ingenuità?
“Non saprei. Bisogna capire che il momento è quello che è. Siamo andati in gol con due belle giocate corali, anche se abbiamo provato pochissimo la fase offensiva, ma allo stesso tempo abbiamo provocato due rigori nati da due belle trame degli avversari. È ancora tutto da provare anche lì dietro. Finora ci siamo soffermati sul lato aerobico e su carichi di lavoro abbastanza importanti, di conseguenza le gambe sono ancora molto pesanti. Le giocate però ci sono, la qualità si ha sempre ed è l’essenza del calcio. Va bene così per il momento. lunedì riprenderemo a tamburo battente e guardiamo avanti con fiducia.”

Articolo precedente
Articolo successivo
Nessun Commento

Inserisci un commento