Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


10/23/2021
HomePoliticaChieti, il candidato Sindaco Ferrara all’assessore comunale: “Subito un tavolo tecnico”

Chieti, il candidato Sindaco Ferrara all’assessore comunale: “Subito un tavolo tecnico”

Chieti, 28 agosto 2020   –   Indicazioni per un ritorno a scuola in assoluta sicurezza sanitaria, un servizio mensa adeguato alle nuove esigenze sanitarie, la verifica dei piani di emergenza e la regolarità dei documenti di valutazione dei rischi, i contatti con le società di trasporto. Sono, questi, i principali quesiti contenuti della lettera che il candidato a sindaco di Chieti per il centrosinistra, Diego Ferrara, ha inviato stamani all’amministrazione comunale uscente, al sindaco e all’assessore all’istruzione, in virtù dell’imminente riapertura delle scuole, in condizioni di criticità, quest’anno, che impongono ragionamenti preventivi e azioni altrettanto tempestive e adeguate alla tutela della salute degli studenti e degli insegnanti. Ferrara, che si muove da sindaco, chiede all’assessore di aprire un tavolo tecnico permanente: “Subito, io sono pronto come sempre a collaborare”, assicura.

Di seguito il testo dell’interrogazione protocollata in Comune.

 

 

 

Ill.mo signor

SINDACO di Chieti

 

Ill.mo signor

ASSESSORE alla P.I.

Comune di Chieti

 

E, per il mezzo dell’Amministrazione comunale

Ill.mi sig.ri

DIRIGENTI SCOLASTICI

Comune di Chieti

 

LORO SEDI

 

Oggetto: Informativa urgente protocolli di sicurezza per riapertura anno scolastico

 

Ill.mo signor Assessore,

le fatiche relative alla campagna elettorale in atto, le quali ci vedono entrambi protagonisti, ancorché impegnati in contrapposti schieramenti, non possono e non devono distogliere la nostra massima attenzione dalla imminente ripresa dell’attiva scolastica. Per questa ragione, nelle mia duplice veste di consigliere comunale ancora in carica e di candidato Sindaco della città che amo, con l’animo collaborativo e costruttivo che da sempre informa il mio operare politico, preoccupato per i potenziali rischi di salute dei nostri figli, Le chiedo:

-se, nell’ambito delle competenze proprie del Suo Assessorato e comunque nell’esercizio dell’attività di indirizzo politico che Le appartiene, sono state impartite direttive e/o comunque raccomandazioni, e quali, ai dirigenti scolastici, in materia di adozione dei protocolli anticovid al fine di garantire l’ingresso e la successiva permanenza in essere degli alunni delle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, in condizioni di massima sicurezza;

-se, nell’ambito delle competenze proprie del Suo Assessorato e nell’esercizio dell’attività di indirizzo politico che Le appartiene, sono state impartite direttive e/o comunque raccomandazioni, e quali, al gestore del servizio mensa in ordine alle modalità di predisposizione, confezionamento e trasporto dei pasti;

-se è stata da Ella eseguita una verifica in ordine alla regolarità dei DOCUMENTI DI VALUTAZIONE DEI RISCHI e dei PIANI DI EMERGENZA predisposti dai singoli dirigenti scolastici, con particolare riferimento alle speciali procedure da adottare in caso di rinvenimento di un soggetto positivo all’interno dell’istituto;

-se è stata eseguita una ricognizione nell’ambito di tutti gli edifici scolastici comunali al fine di individuare quelli maggiormente idonei allo svolgimento delle lezioni nel rispetto del distanziamento di sicurezza e se, per tutti gli altri, sono state impartite dal Suo Assessorato disposizioni urgenti al fine di realizzare (come sta avvenendo in molti altri comuni quali L’Aquila, Pescara, ecc.) interventi di “edilizia leggera” finalizzati a ottimizzare gli spazi destinati allo svolgimento delle attività scolastiche in sicurezza;

-se vi sono stati incontri promossi dal Suo Assessorato con le società di trasporto pubblico, finalizzati alla verifica della regolarità dell’adozione dei relativi protocolli di sicurezza degli studenti.-

Ritengo, infine, quanto mai opportuna la istituzione di un tavolo tecnico di lavoro sulle tematiche sopra rappresentate, iniziativa che Le consiglio vivamente di porre immediatamente in essere e per la quale Le garantisco la mia massima disponibilità e collaborazione.

Cordiali saluti, DIEGO FERRARA

Nessun Commento

Inserisci un commento