Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/17/2021
HomeAttualitàFibre di amianto dopo il rogo dello stabilimento Casinelli? L’Arta effettuerà nuovi campionamenti

Fibre di amianto dopo il rogo dello stabilimento Casinelli? L’Arta effettuerà nuovi campionamenti

Si potrà partire già da oggi con il campionamento dell’aria intorno allo stabilimento Casinelli per comprendere lo stato delle cose legato ad una eventuale dispersione di fibre di amianto: questo il messaggio che l’Arta Abruzzo ha voluto precisare con una nota a firma del suo direttore Maurizio Dionisio.

In questi giorni, tra l’altro, si era fortemente… “riaccesa” la polemica legata alla salubrità o meno dell’aria dopo il rogo dello scorso Luglio: la stessa richiesta di verifiche era giunta da aziende limitrofe e cittadini, con la Polizia che aveva presentato una diffida alla proprietà, intimando una bonifica dell’area entro il 31 Agosto.

L’agenzia è disponibile all’esecuzione dei campionamenti ritenuti necessari al fine di predisporre un programma di monitoraggio ambientale dell’aria l’Arta ha a disposizione al momento di tre campionatori di aria utilizzabili per la ricerca delle fibre di amianto. Il posizionamento dei campionatori andrà effettuato in luoghi rappresentativi dell’esposizione della popolazione interessata al fenomeno che dovranno essere dotati di alimentazione elettrica (220V monofase) mediante opportuna impiantistica (quadro) dotata dei previsti presidi di sicurezza. Con la dotazione disponibile sarà possibile prelevare sino ad un massimo di tre campioni di aria al giorno che, salvo diverso avviso, verranno esaminati in microscopia elettronica i tempi tecnici necessari per il riconoscimento, la conta delle fibre aerodisperse e la produzione dei rapporti di prova non consentono di fornire dati in tempo reale. Per le valutazioni sanitarie del caso, tuttavia, sarà necessario avere indicazioni sul piano di campionamento ritenuto più idoneo (numero e ubicazione dei punti di prelievo, periodicità delle misurazioni) in modo da consentire la programmazione dei rilievi”.

Fonte: Marsicalive.

Nessun Commento

Inserisci un commento