Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/16/2021
HomePoliticaChieti, De Cesare: “Risolviamo subito il problema idrico e ripartiamo dai commercianti storici”

Chieti, De Cesare: “Risolviamo subito il problema idrico e ripartiamo dai commercianti storici”

Il candidato sindaco di Chieti, Paolo De Cesare, si è espresso così circa il problema dell’interruzione dei servizi idrici in città: “Occorre risolvere immediatamente la situazione, ormai drammatica, legata all’interruzione del servizio idrico di cui in questi giorni, in particolar modo la sera, è vittima la nostra città.
Tale circostanza genera un disagio grandissimo per le famiglie ed un danno importantissimo per le attività commerciali, soprattutto bar e ristoranti.
Anche io, da titolare di un’attività di ristorazione, vivo direttamente la problematica, ancor più pesante in questo periodo post pandemico poichè la disponibilità di acqua è essenziale nel momento più delicato del servizio serale, e cioè il post servizio cena, in cui si procede al lavaggio delle stoviglie, all’igienizzazione delle superfici ed a tutte le attività di sanificazione routinarie.
Non è assolutamente possibile che una criticità del genere continui a verificarsi senza che venga individuata una soluzione definitiva.
In veste di rappresentante di un’associazione di consumatori ho già diffidato l’ACA, l’Ersi, la Regione ed il dicastero competente, il Comune invece cosa ha fatto di concreto?”

Battute anche per la valorizzazione dei commercianti storici da parte di De Cesare: “In una città che vuole crescere in maniera sostenibile è necessario che il commercio cittadino sia valorizzato e tutelato, per questo è importante che l’amministrazione comunale metta a disposizione una politica di incentivi fiscali per tutte le attività commerciali che adottano comportamenti virtuosi in merito all’attuazione di politiche di risparmio energetico, di abbattimento delle barriere architettoniche, di adozione di supporti tecnologici innovativi, di adesione a convenzioni rivolte alle famiglie meno abbienti ed in difficoltà.

In questo contesto i commercianti storici meritano una considerazione istituzionale, al di là di quella che le associazioni di categoria cui appartengono già rivolgono loro.
Chi nel tempo ha conservato la propria attività, spesso ampliandola, porta in dote tre elementi essenziali: la competenza nel proprio campo, l’adattamento e la previsione delle condizioni mutevoli del mercato nel corso degli anni, la  capacità di fidelizzare la clientela.
Dalla valorizzazione di queste peculiarità deve partire la riscossa della città: i commercianti storici rappresenteranno un modello da seguire per tutte le nuove attività commerciali ed artigianali che vogliono intraprendere il proprio percorso all’interno del territorio comunale, e daranno un contributo preziosissimo per la rinascita del commercio Teatino, portando in dote una risorsa unica, l’esperienza.
Inoltre, queste attività riceveranno il giusto tributo da parte dell’ente: sarà istituita una giornata in cui, ogni anno, verranno celebrate con la consegna di una targa che determini lo status di ‘attività storica’, ed anche attraverso un evento pubblico in cui vi sarà la condivisione delle testimonianze dirette degli esercenti che, spesso da più di una generazione, svolgono la professione con profondo senso del sacrificio e di attaccamento alla comunità.”
Nessun Commento

Inserisci un commento