Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/30/2020
HomeL'AquilaSulmona, la sindaca Casini tra accuse al vetriolo ed un’ordinanza di isolamento

Sulmona, la sindaca Casini tra accuse al vetriolo ed un’ordinanza di isolamento

[PROMOBOX]

L’articolo che segue è offerto dagli innovativi monopattini elettrici di Ethicled. 

La bella stagione, nonostante tutte le brutte notizie degli ultimi giorni, sta per tornare: con questa, e con il sole che scalderà le nostre giornate, poche cose saranno ecologicamente al passo con i tempi e divertenti come sfrecciare sui monopattini elettrici di Etichled; per il divertimento dei più piccoli, certamente, ma anche per chi vuole apparire modaiolo ed al passo con i tempi.

Non facciamoci abbattere dal virus e prepariamoci a tornare a vivere le nostre giornate, soprattutto con un aiuto decisivo della bella stagione: che aspettate a prenotare il vostro monopattino elettrico Ethicled? 

 Info/prenotazioni: 333.8590639 per tutta la Regione Abruzzo. 

Sulmona, isolamento cautelare per ricoverati e operatori della Casa di Cura San Raffaele. La sindaca Casini, intanto, attacca l’assessore La Porta. 

Isolamento cautelare per ricoverati e operatori della Casa di Cura San Raffaele. Il sindaco Annamaria Casini ha firmato oggi pomeriggio l’ordinanza, con effetto immediato fino al 18 aprile prossimo, in relazione al focolaio epidemico da Covid-19 che si è registrato nella struttura. “Un provvedimento che si rende necessario e urgente, che ho adottato di concerto con il Prefetto, con il quale sono stata in continuo contatto in questi giorni. L’evidenza dei numerosi casi accertati di contagio ha reso evidente e motivata sotto un profilo tecnico-scientifico la necessità di misure restrittive con disposizioni tese ad isolare la Casa di Cura e rafforzare le misure già disposte dalla Asl1 e dalla struttura stessa. Esprimo preoccupazione per gli effetti che il focolaio accertato possa aver prodotto in città, per la quale ho richiesto ai vertici regionali l’istituzione della zona rossa”. Afferma il sindaco Annamaria Casini.

Con l’ordinanza (n 13 del 4/04/2020), si dispone l’isolamento cautelare nella struttura stessa dei ricoverati e operatori, la sospensione delle procedure riabilitative, non strettamente indispensabili o urgenti, e il ricovero di nuovi pazienti, la predisposizione di alloggi per il personale nella struttura, in considerazione degli alloggi individuati dal Comune e dalla Protezione civile regionale, la somministrazione di tampone ai pazienti dimessi nelle ultime due settimane e a tutto il personale non strettamente coinvolto nella rete dei contatti stretti già accertati.  Per gli operatori ai quali non è stata ancora accertata la positività da Covid-19 e per chi è in attesa di un tampone, si dispone l’isolamento cautelare, con limitazione alla circolazione per effettuare solo il trasferimento tra il proprio domicilio e la Casa di Cura, prescrivendo inoltre a tutti i soggetti coabitanti o a coloro che abbiano avuto contatti stretti con gli operatori stessi, di rimanere in isolamento domiciliare, previa mappatura e presa in carico del competente Dipartimento di Prevenzione e sanità della Locale ASL.

Non è tutto: la Casini, infatti, ha anche rilasciato delle dichiarazioni al vetriolo verso la consigliere regionale Antonietta La Porta. Le riportiamo qui: “Venti giorni di assordante silenzio interrotti per lanciare offese gratuite attraverso un giornale amico. Chiedo alla consigliera regionale Antonietta La Porta dove sia stata nelle ultime tre settimane. Non ho avuto il piacere di vederla in nessuna delle numerose occasioni in cui, in questi drammatici giorni, ho cercato di proteggere la nostra città. Dov’era  quando la dirigenza della Asl1 è venuta in ospedale ad imporre il ricovero coatto di due pazienti Covid? E non ho avuto il piacere di vederla neanche quando sul territorio, insieme ad altri sindaci e alla Protezione Civile regionale, ho effettuato il sopralluogo per reperire le strutture da utilizzare. O quando era evidente la problematica della Casa di Cura San Raffaele e tra note e diffide cercavo di evitare il propagarsi del contagio fino a dover emettere un’ ordinanza. Venti giorni di silenzio per annunciare più tamponi da parte della Regione ed i tamponi sono sempre gli stessi, anzi, se sono aumentati è grazie all’impegno di valorosi imprenditori locali. Venti giorni per offendere la sottoscritta. Si vergogni piuttosto, perché in 14 mesi di suo mandato non ho mai ascoltato la sua voce, tanto che non vi è traccia alcuna di suoi interventi nè in Consiglio nè altrove. Una consigliera eletta per caso, che dimostra di non rendersi conto neanche della gravità del momento! Lo dimostra il fatto che mentre nell’ultimo Consiglio si discuteva della gravissima emergenza lei, avvolta dal suo mutismo, si preoccupava di sostenere provvedimenti per contrastare la mafia dei pascoli (tema sicuramente importante, ma secondario rispetto al drammatico momento). Concludo auspicando che la consigliera La Porta, piuttosto che scrivere comunicati sconclusionati, si ricordi di rappresentare una Istituzione e si metta finalmente a disposizione del territorio e della sua città”.

Per ricevere le notizie della tua zona direttamente su Whatsapp, invia “ISCRIVIMI” al 350 1342914 seguito dal paese che ti interessa (es. “Iscrivimi Pescara”, “Iscrivimi Avezzano” etc..) e poi salva il numero nella tua rubrica! 

Il servizio è completamente GRATUITO e per smettere di ricevere notizie basta inviare un messaggio con scritto “Stop”!

Nessun Commento

Inserisci un commento