Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


03/30/2020
HomeCalcioFiammata del Potenza, il Teramo crolla in casa 0-1: decide Murano nella ripresa

Fiammata del Potenza, il Teramo crolla in casa 0-1: decide Murano nella ripresa

Secondo stop interno consecutivo, altro scontro diretto perso, un’altra amarezza da dimenticare. Il Teramo cade al “Gaetano Bonolis” 1-0 e lascia i 3 punti al Potenza dell’ex Simone Sales. Gara che il Diavolo avrebbe potuto e dovuto sbloccare, ma è stato fermato dalla sfortuna (2 traverse) e dalla poca incisività offensiva entro i 16 metri. Poi la mancata vera reazione al colpo incassato, con un finale fatto di azioni troppo manovrate. Biancorossi che, adesso, scivolano all’ottavo posto, scavalcati dal Catania e sempre a -2 dal Catanzaro.
Mister Di Mascio, dopo l’esordio vincente a Rieti, si affida ai giovani Viero, a centrocampo, e Cappa, in avanti. Panchina per Arrigoni, Ilari, Costa Ferreira e Birligea, match winner nell’ultimo turno. Dall’altra parte, Raffaele punta sul 3-4-3 con Golfo e Ricci esterni e Murano perno dell’attacco.
Primo lampo locale al 5′, quando Riccardo Cappa stoppa palla sulla destra e prova il tiro-cross che scavalca il portiere e centra la traversa. Dall’altra parte, 3′ dopo, Silvestri è liberissimo in piena area su corner da destra, ma spara fuori di testa. Ancora Teramo insidioso al quarto d’ora, Mungo lancia Magnaghi che conclude in diagonale in allungo, ma la sfera attraversa l’area piccola. Di Mascio perde Viero per infortunio ed inserisce Arrigoni poco dopo la mezz’ora. Potenza che non sta a guardare e si fa minaccioso al 35′ con la battuta al volo di controbalzo di Murano da sinistra, Tomei disinnesca in allungo. I locali si riaffacciano in avanti nel finale, con Mungo che, servito da Cappa, non riesce a beffare Ioime sul primo palo, il portiere blocca. Nella ripresa, scatto deciso del team abruzzese. Minuto 57, Bombagi si fa vivo sulla sinistra e crossa basso per Magnaghi che lascia partire un mancino di prima intenzione che bacia la traversa e ferma l’entusiasmo del “Bonolis” pronto ad esplodere. Ne nasce un calcio d’angolo, con Cristini che poi svetta su tutti e angola bene, ma Ioime salva. Al 64′, cala il gelo su Teramo: Murano riceve da un compagno ed accelera sulla sinistra, lasciando sul posto Cristini e scavalcando Tomei con un tocco morbido perfetto, Potenza avanti. Insistono i rossoblù con il neo entrato Gassama che manca la porta su un disimpegno errato della difesa. Ultimo lampo abruzzese con la stoccata out di Magnaghi dal limite. Vince il Potenza, che la spunta sfruttando al meglio la chance più ghiotta e limitando le offensive teramane. Grande rammarico per Tentardini e compagni, incapaci di reagire dopo lo svantaggio. Manca ancora qualcosa a questa squadra, ma adesso servirà reagire con forza già dalla trasferta del weekend a Pagani.

Tabellino

TERAMO-POTENZA: 0-1
Marcatore: 64′ Murano
TERAMO: Tomei; Tentardini, Cristini, Magnaghi, Mungo, Bombagi, Santoro (65′ Minelli), Cappa, Piacentini, Viero (35′ Arrigoni), Cancellotti. All.: Di Mascio.
A disposizione: Valentini, Lewandowski, Florio, Soprano, Costa Ferreira, Pincelli, Iotti, Ilari, Fiore, Birlingea.
POTENZA: Ioime; Coccia, Ricci, Murano (73′ Viteritti), Golfo (54′ Dettori), Giosa, Sales, D’Angelo (62′ Gassama), Coppola, Emerson, Silvestri. All.: Raffaele.
A disposizione: Santopadre, Brescia, Panico, França, Grande, Di Somma, Longo, Souare, Iacullo.
Arbitro: Marco Ricci di Firenze.
Assistenti: Ciro Di Maio e Giuseppe Centrone di Molfetta.
Ammoniti: Cristini (T), Tentardini (T).
Espulsi: nessuno.
Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Scritto da

Giovane aspirante giornalista sportivo. Attualmente iscritto all'Università degli Studi di Teramo, sta completando il percorso triennale presso la facoltà di Scienze della Comunicazione. Ha già diverse esperienze precedenti in alcune testate abruzzesi e non solo.

Nessun Commento

Inserisci un commento