Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


02/22/2020
HomeChietiUniversità degli Studi “G. d’Annunzio”, al via l’anno Rodariano Abruzzese 2020 per ricordare Gianni Rodari

Università degli Studi “G. d’Annunzio”, al via l’anno Rodariano Abruzzese 2020 per ricordare Gianni Rodari

Lunedì 17 febbraio, alle ore 16:30, presso l’Aula A della Palazzina di Lettere, nel Campus universitario di Chieti, si terrà il primo incontro della Rete regionale di Scuole, Biblioteche, Associazioni e Istituzioni attivata per ricordare la figura intellettuale di Gianni Rodari a cento anni dalla nascita.

L’Anno Rodariano Abruzzese 2020, promosso e coordinato dal Dipartimento di Lettere Arti e Scienze Sociali dell’Università “G. d’Annunzio” e dal Comune di Ortona- Biblioteca Comunale, sarà ricco di iniziative culturali e di formazione all’interno dei luoghi che si dedicano all’istruzione e alla cura delle bambine e dei bambini.

L’incontro della rete regionale, composta ad oggi da oltre 40 enti e istituzioni scolastiche, verrà introdotto dalla Prof.ssa Ilaria Filograsso dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara e da Tito Vezio Viola, direttore della Biblioteca di Ortona, che presenteranno i servizi messi a disposizione dai promotori per sostenere il progetto. Nella medesima sede, inoltre, si condivideranno gli obiettivi e le iniziative da programmare nei territori interessati in base alle esigenze specifiche dei diversi contesti e sarà anche possibile acquisire nuove adesioni alla Rete regionale.

Le attività in programmazione – spiega il Prof. Carmine Catenacci, Direttore del Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali della “d’Annunzio” – saranno ispirate alla riflessione di Gianni Rodari sui temi della genitorialità, della relazione educativa, dell’inclusione, del gioco, della lettura, del diritto delle bambine e dei bambini alla qualità culturale e formativa nel quadro delle nuove emergenze educative planetarie”.

Nessun Commento

Inserisci un commento