Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


02/17/2020
HomeUncategorizedCoronavirus, attenzione all’ultimo studio: “Resiste per nove giorni su oggetti e superfici”

Coronavirus, attenzione all’ultimo studio: “Resiste per nove giorni su oggetti e superfici”

[PROMOBOX]

L’articolo che segue è offerto da L’Osteria di Corrado di Avezzano. 

Il locale propone, dal 2004, la sua cucina espressa improntata sulla genuinità e sulla tradizione italiana, accogliendo in un ambiente raccolto, arredato con la passione per l’originale e per i particolari d’altri tempi, supportato dall’ascolto soffuso di musica di qualità. Spazio ampio ai vini di difficile reperibilità, offerti da piccoli produttori, molto spesso impegnati nel biologico e/o biodinamico.

La cucina apre per il pranzo, con una formula più snella e “veloce”, anche nel prezzo.

L’Osteria di Corrado si trova nel centro di Avezzano (AQ), in via Garibaldi 126. Info: 3663886832

Nuove notizie sul Coronavirus danno da pensare, e non poco, i cittadini abruzzesi. Non tanto per l’avvicinamento a livello “geografico” del virus, che per il momento resta isolato allo “Spallanzani” di Roma in Italia, ma a livello “volatile”. E’ infatti di stamattina la notizia in arrivo dalla University Medicine Greifswald (in Germania) che revisiona gli studi sul Coronavirus e sulla sua trasmissione. Il virus, in sostanza, può rimanere infettivo sulle superfici degli oggetti a temperatura ambiente fino a 9 giorni. Il tutto è stato pubblicato, secondo quanto riportato da “Ilfattoquotidiano.it”, sul Journal of Hospital Infection.

Ci sono, ovviamente, anche notizie ulteriori, e queste per fortuna sono buone. Basta infatti l’utilizzo di candeggina e disinfettanti a base di alcol (o di acqua ossigenata) per sconfiggere il virus.

Lo studio dei ricercatori, infatti, ha pesantemente rivisto la letteratura ad oggi esistente sulla resistenza dei coronavirus umani ed animali sulle superfici inanimate e sul “come” disinfettare lo stesso agente patogeno.

Non timore, dunque, ma giuste precauzioni per il presente e per il futuro, se ma il virus dovesse (Dio ce ne scampi) arrivare in modo massiccio in Regione.

Nessun Commento

Inserisci un commento