Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/28/2020
HomeL'AquilaCronaca L'AquilaL’Aquila, scongiurata l’ennesima tragedia: escursionista viene salvato da un’applicazione sullo smartphone

L’Aquila, scongiurata l’ennesima tragedia: escursionista viene salvato da un’applicazione sullo smartphone

Si tratta dell’ennesimo incidente che si è verificato ieri, domenica 12 gennaio 2020, ed è avvenuto a circa 2100 metri sul livello del mare, quando, in compagnia di altri cinque escursionisti, un uomo di 53 anni scendeva lungo un pendio lievemente innevato. Come riportato dalla testata de Il Centro – l’uomo è caduto scivolando sul ghiaccio per circa una sessantina di metri in prossimità della Capanna Sevìce, sul monte omonimo del gruppo Sirente Velino, riportando lesioni agli arti inferiori.

L’allarme è stato lanciato da una persona che ha assistito all’incidente, servendosi dell’applicazione per smartphone GeoResQ, il servizio di geolocalizzazione e d’inoltro delle richieste di soccorso gestito dal corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (CNSAS) e promosso dal club alpino italiano (CAI). GeoResQ consente di determinare la propria posizione geografica, di effettuare il tracciamento in tempo reale delle escursioni, inoltre garantisce l’archiviazione dei propri percorsi sul portale dedicato e in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso attraverso la centrale operativa dedicata.

Nessun Commento

Inserisci un commento