Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


01/28/2020
HomeL'AquilaInsediate stamattina le commissioni della Provincia dell’Aquila

Insediate stamattina le commissioni della Provincia dell’Aquila

Questa mattina, 8 gennaio 2020, presso la sede della Provincia dell’Aquila in Via Monte Cagno, si sono insediate le commissioni istituite a seguito del rinnovo del consiglio provinciale dell’ottobre scorso.

Queste le commissioni con i relative incarichi:

1^ Commissione Edilizia Scolastica è stato eletto presidente Francesco De Santis e Vice presidente, Roberto Giovagnorio;

2^ Commissione Viabilità è stato eletto presidente Luca Rocci, vice presidente, Andrea Ramunno;

3^ Commissione Territorio, Ambiente, Urbanistica e assistenza agli enti locali è stato eletto presidente Andrea Ramunno e vice presidente, Berardino Morelli;

4^ Commissione Bilancio, Patrimonio e Personale è stato eletto presidente, Gianluca Alfonsi e vice presidente, Giovanni Di Mascio;

5^ Commissione Revisione dello Statuto e dei regolamenti è stato eletto presidente, Berardino Morelli e vice presidente, Roberto Giovagnorio.

La partecipazione alle commissioni, come la carica di amministratore provinciale, è a titolo

completamente gratuito, non essendo previsto alcun compenso né gettone di presenza per i componenti.

Con la piena attivazione delle commissioni consiliari la Provincia si avvale di un importate strumento di partecipazione e supporto all’attività amministrativa” dichiara il Presidente, Angelo Caruso “in linea con la strategia di rilancio del’Ente che è l’obiettivo principale di questo mandato, e che consentirà una azione più efficace nell’affrontare le problematiche del territorio. Ai presidenti e tutti i componenti, naturalmente, giunga un augurio di sereno e proficuo buon lavoro.

Nella scorsa consiliatura si è proceduto ad approvare il nuovo regolamento consiliare, superando un vuoto normativo creatosi nei precedenti due anni, successivamente alla riforma Del Rio del 2014″.

Nessun Commento

Inserisci un commento