Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/11/2019
HomeCalcioPromozione Gir.A: L’Aquila 1927 ci crede e vince 4-1 contro il Fontanelle

Promozione Gir.A: L’Aquila 1927 ci crede e vince 4-1 contro il Fontanelle

Vittoria in rimonta per L’Aquila 1927 che, tra le mura amiche del “Gran Sasso-Acconcia”, regola 4-1 il Fontanelle.
Rodato 4-3-3 per Cappellacci: Sinopoli tra i pali, difesa con Mohammed e Campagna terzini con Zanon e Di Francia centrali, mediana formata da Morra, Rampini e Di Norcia, davanti il tridente La Selva-Maisto-Di Benedetto.
Il Fontanelle si dispone a specchio: in avanti Collevecchio sostenuto ai lati da Recchiuti e D’Ignazio.
Prima occasione al settimo di marca rossoblù: Mohammed da buona posizione batte a rete, supera Castrone ma trova l’intervento decisivo di un difensore del Fontanelle che salva sulla linea.
Un minuto dopo, ancora L’Aquila in avanti: percussione di La Selva e botta sul primo palo, Castrone è attento e respinge.
Sul ribaltamento di fronte fiammata del Fontanelle: tiro cross velenoso di Fanelli dalla destra, Sinopoli vola a togliere la sfera dall’incrocio dei pali con la punta del guantone.
L’Aquila torna a farsi vedere al ventiquattresimo: schema da calcio di punizione, Zanon serve Morra che ci prova dai venti metri, sfera di poco alta.
Centoventi secondi dopo ancora gli uomini di Cappellacci pericolosi: Maisto di forza va via a Xhepa, sassata verso il palo lontano con la palla che scheggia l’incrocio dei pali a Castrone battuto.
Sul finire di frazione l’allenatore ospite Campanile costretto al primo cambio: esce un acciaccato Bolzan, ex di turno, al suo posto Olivieri.
A inizio ripresa proteste rossoblù per un presunto tocco di mano in area di Di Matteo, il direttore di gara fa cenno di proseguire il gioco.
Dopo un tentativo di Di Benedetto disinnescato da Castrone, al sedicesimo è il Fontanelle a passare in vantaggio.
Pennellata mortifera di Olivieri su punizione, parabola a rientrare sul secondo palo e Sinopoli è battuto.
L’Aquila non ci sta e dieci minuti dopo perviene al pareggio. Cross di Campagna, corta respinta di un difensore, sul pallone si avventa Maisto che di prima intenzione fulmina Castrone.
I rossoblù insistono, alzano il loro baricentro offensivo e, al trentacinquesimo, operano il sorpasso: Morra serve La Selva che esplode un tracciante imparabile per Castrone.
Cinque giri di lancette e L’Aquila segna ancora portandosi sul 3-1: mattatore Maisto che dal limite dell’area inventa un delizioso tocco sotto che scavalca Castrone e si insacca in rete.
C’è tempo anche per la quarta marcatura rossoblù: sevizio in profondità per Carosone, entrato da poco, Castrone prova a chiudergli lo specchio in uscita ma il numero 20 elude l’intervento e mette in rete.
Finisce così.
L’Aquila resta nei quartieri altissimi della classifica e domenica prossima farà visita all’Amiternina.

Fonte: Ufficio stampa L’Aquila 1927

Nessun Commento

Inserisci un commento