Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/11/2019
HomeCalcioIl punto sul girone B di prima categoria – IX giornata

Il punto sul girone B di prima categoria – IX giornata

La sintesi della nona giornata. L’Atessa batte lo Scerni ed è sola in testa. Super Faresina, adesso seconda. Francavilla ok. Real Casale e Rapino rallentano, vittorie importanti per Roccaspinalveti e Pretoro. Pari ad occhiali tra San Vito e Fossacesia.

Giornata numero nove nel girone B di prima categoria. Le reti segnate in questo turno sono state 22.
Cominciamo con il big match del Fontecicero, dove si affrontano Atessa e Scerni per il primato del raggruppamento. Ad uscirne vittoriosi sono i rossoblù di mister Farina, che con una prova di carattere piegano gli avversari, conquistano la vetta solitaria e si prendono anche la copertina di giornata. Per gli atessani, in gol Carafa dopo pochi minuti (che aveva colpito anche un palo in precedenza); nella ripresa, lo stesso Luigi Carafa, classe 1984, sigla la doppietta che annichilisce la truppa del presidente Lazzaro; nel finale, nonostante l’inferiorità numerica (espulso Silveri), i draghi calano il tris con Zekthi, prima del gol della bandiera ospite realizzata da Di Virgilio, a tempo ormai scaduto.  Per l’Atessa si tratta del quinto successo consecutivo, che gli permette di guardare tutti dall’alto con 22 punti. per lo Scerni, invece, secondo ko di fila e un solo punto fatto nelle ultime tre, un dato che è un campanello d’allarme per l’ex capolista, che viene scavalcata anche dalla Faresina.
Infatti, nel fortino del Vetrini, i biancoazzurri del tecnico Aldo Mancini piegano la resistenza di un Piazzano sempre più in caduta libera: apre le danze Rapino, dagli undici metri, nel primo tempo; intorno all’ora di gioco, ci pensa Serafini a raddoppiare, con una gran conclusione dai 30 metri sotto l’incrocio; poco dopo, i biancorossi dimezzano lo svantaggio con il penalty realizzato da Fonseca, il quale, però, alla mezzora, lascia in dieci i suoi per somma di ammonizioni; la Faresina ne approfitta e chiude la pratica nel finale, ancora con Rapino, abile a sfruttare un errore della retroguardia piazzanese. Per i neo promossi, venti punti  e secondo posto in graduatoria, mentre la formazione di mister D’Onofrio incappa nella sesta sconfitta stagionale ed ora è terzultima, a solo due punti dal fanalino di coda Fossacesia.
Al terzo posto, a braccetto con lo Scerni, c’è il Francavilla, vittorioso al Valle Anzuca sulla Dinamo Roccaspinalveti. Prestazione in chiaro scuro per i giallorossi, che pur senza brillare riescono a conquistare una vittoria importantissima. Il match si decide interamente nella prima mezzora di gioco: i padroni di casa passano a condurre grazie al primo sigillo in campionato di David Del Grosso, dopo solo tre minuti; gli ospiti reagiscono e pervengono al pareggio al 16’ con il sempreverde Ruggero Grimaldi, classe 1976, al secondo centro stagionale; passano nove minuti e i villesi tornano avanti con il ventunenne Francesco Ciarlitto, il quale regala i tre punti a mister Paolucci e impone quella che è la quinta sconfitta consecutiva per la Dinamo, che resta a centro classifica.

Rallenta il Real Casale, bloccato sul pari interno da un coriaceo Perano che, dopo l’assestamento iniziale, pare abbia trovato la quadra giusta per centrare l’obiettivo della salvezza. Nella prima frazione, sono infatti i gialloverdi a trovare il vantaggio con Aldo Fontana e a sfiorare anche il raddoppio più volte; dopo l’intervallo, però, il Perano cala d’intensità e, a cinque minuti dal novantesimo, il Casale acciuffa il pari con l’eurogol di giornata, direttamente da calcio piazzato, dello specialista Tallarino, il quale fa 1-1 e permette di mantenere l’imbattibilità a mister Di Martino, unico ancora a secco di sconfitte nel girone.
Torna alla vittoria il Roccaspinalveti che, dopo due giornate a vuoto, ritrova il bottino pieno sul terreno amico del Giuseppe Ninni, superando di rimonta il Palena. I biancoazzurri chiudono il primo tempo in vantaggio, per effetto del gol messo a segno da Luigi Rapa ma, nell’ultimo quarto di gara, i roccolani riescono a ribaltare la situazione con il solito Loris Della Penna e, in zona cesarini, con Marcovicchio. I biancoverdi di mister Travaglini raggiungono quota 16, in piena zona play off, mentre la truppa di mister D’Orazio resta a otto punti, rimanendo nella parte calda della graduatoria.
Pazzesco quello che succede ad Altino, tra i padroni di casa dello Sporting ed il quotato Rapino. Le aquile neroverdi vengono beffate al fotofinish e si vedono sfuggire una vittoria che sembrava ormai certa. Infatti, l’undici di mister Santovito si porta sullo 0-2, trascinati dalla doppietta di capitan D’Amore, che segna un gol per tempo; in pieno recupero, però, i biancoverdi gettano il cuore oltre l’ostacolo e dapprima accorciano con Mainella, al 91’, e poi, all’ultimo respiro, raggiungono un isperato pareggio con Costantini, in mischia, al minuto 94. L’Altino si conferma cliente scomodo e tutto cuore, capace di reagire con veemenza anche nelle occasioni più difficili, come in questa giornata. Allo stesso tempo, vengono fuori i limiti del Rapino che, in trasferta, continua a zoppicare, avendo racimolato solamente un punto nelle ultime tre uscite.

L’unico colpo esterno di questa giornata lo mette a segno il Pretoro, una delle squadre più in forma di questo periodo, che espugna l’ostico terreno del San Lorenzo di Fresagrandinaria: mattatori di giornata Piero Clivio ed Enrico D’Orazio, autori delle reti decisive nel blitz dei lupi in terra alto vastese. Entrambi i gol arrivano nella ripresa, dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato. I biancoverdi di mister Cellucci centrano così la terza vittoria consecutiva, permettendogli un salto di classifica che gli tira fuori dalle sabbie mobili della zona calda; mastica amaro mister Stella, invece,  che non vince dal 20 ottobre e incappa nella terza sconfitta nelle ultime quattro partite disputate.
A chiudere il quadro di giornata, c’è lo scialbo zero a zero nel derby del trabocco tra San Vito e Fossacesia. Fondamentalmente, le due squadre giocano un tempo a testa, con i padroni di casa che colpiscono un palo con Moretti e, nella ripresa, gli ospiti pericolosi con Giammarino. Pochi spunti, complice anche il terreno allentato del Tommaso Verì, e un punto che non accontenta nessuno, ma che segna il primo risultato utile per i biancoazzurri del dopo Staniscia. Tuttavia, le due squadre restano nelle ultime due posizioni e dovranno faticare ancora tanto per risalire la china.

 

 

RISULTATI 9 GIORNATA:
Atessa Mario Tano Scerni  3 – 1
Faresina Piazzano  3 – 1
Francavilla Dinamo  2 – 1
Fresa Pretoro  0 – 2
Real Casale Perano  1 – 1
Roccaspinalveti Palena  2 – 1
San Vito Fossacesia 90  0 – 0
Sporting Altino Rapino  2 – 2

CLASSIFICA
Atessa Mario Tano 22
Faresina 20
Scerni 19
Francavilla 19
Real Casale 17
Roccaspinalveti 16
Rapino 14
Perano 11
Pretoro 10
Dinamo Roccaspinalveti 9
Fresa 9
Palena 8
Sporting Altino 8
Piazzano 7
San Vito 6
Fossacesia 90  5

PROSSIMO TURNO (24/11) ore 14.30:
Dinamo – Atessa Mario Tano
Fossacesia 90 – Sporting Altino
Palena – Faresina
Perano – Francavilla
Piazzano – Real Casale
Pretoro – Roccaspinalveti
Rapino – Fresa
Scerni – San Vito

 

Boperdue

Nessun Commento

Inserisci un commento