Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


12/11/2019
HomeCalcioEccellenza – il Capistrello recrimina, la Torrese passa: è 2-1 sotto le proteste granata

Eccellenza – il Capistrello recrimina, la Torrese passa: è 2-1 sotto le proteste granata

Il Capistrello recrimina, la Torrese passa: al “Comunale” di Castelnuovo Vomano gli uomini di mister Cristofari passano in pieno recupero contro i granata e rialzano la classifica accorciando ulteriormente sulla zona playoff, ma quante polemiche sul rigore concesso al 90′. Andando in ordine dei fatti, all’11’ Ranieri batte un Di Girolamo in uscita con un tiro dai 25 metri; La partita è apertissima: Mosca prende l’esterno della rete, mentre al 45′ sponda di Camara per Simoni che con un gran siluro dal limite trafigge Abate e fa 1-1. Nella ripresa Bisegna prima, Tini poi non trovano la via del gol con tiri da fuori area. Ma l’occasione chiave arriva al 92′ quando Mosca viene steso, secondo gli amaranto in maniera troppo velleitaria, in area: calcio di rigore! con Di Sante che batte Di Girolamo e regala i tre punti ai suoi.
Tante le proteste del Capistrello, come detto. Di seguito vi riportiamo il comunicato apparso qualche minuto fa sulla pagina facebook del club: “
La US CAPISTRELLO non ci sta. Arbitro più protagonista che mai. Con grande disappunto e dispiacere la US CAPISTRELLO è costretta a rendere noto quanto accaduto in occasione della trasferta in casa della Torrese.
La società intende comunicare tutta la sua amarezza e indignazione per l’arbitraggio del Sig. Matteo Dini della sezione Città di Castello.
In ogni gara casalinga accogliamo i nostri avversari e la terna arbitrale con la massima cortesia e disponibilità ricevendo i complimenti al di là del risultato.
Abbiamo valori umani e sportivi che continuiamo a portare avanti e di cui ne andiamo fieri.
Per noi la partita di calcio è un momento di aggregazione, una giornata di puro e semplice sport.
Non è stato bello vedere oggi un arbitro prepotente e arrogante contro la nostra squadra e tutto il nostro staff.
Le immagini parlano chiaro.
Il signor Dini di Città di Castello prima espelle il nostro capitano Luca De Meis al 37 del secondo tempo per proteste con doppio giallo, e poi continua la sua grande prestazione arbitrale a due minuti dal termine, assegnando un calcio di rigore inesistente.
Fischiare un calcio di rigore del tutto inesistente a due minuti dal termine della gara ed espellere il nostro difensore-capitano senza motivazioni ci fa pensare e riflettere!!!
Siamo fiduciosi che possa essere soltanto un episodio e crediamo nella buona fede di tutti e invitiamo soltanto a un po’ più di accortezza da parte dei vari organi, magari nel designare, controllare e prendere provvedimenti”.

Scritto da

Federico Ermanno Di Fabio è un giovanissimo aspirante giornalista, nato il 29/05/1998 ad Atri (Te). Coltiva la sua passione per il giornalismo da parecchi anni e nel frattempo frequenta la facoltà di Economia e Commercio all'Università G.D'Annunzio di Pescara

Nessun Commento

Inserisci un commento