Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


11/18/2019
HomeCalcioLampo di Del Roio, super Cinalli e Diompy: l’Atessa espugna Fossacesia!

Lampo di Del Roio, super Cinalli e Diompy: l’Atessa espugna Fossacesia!

L’Atessa è corsara al granata di Fossacesia grazie ad un gol di Del Roio dopo nemmeno un minuto, il rigore parato da Cinalli su Dimitru e il raddoppio nel finale di Diompy. I rossoblù, con questa vittoria, agganciano lo Scerni in testa alla classifica.

L’Atessa è ospite del neo promosso Fossacesia 90, formazione ancora a caccia della prima vittoria stagionale ma che può contare su una serie di prestazioni notevoli. I padroni di casa, infatti, stazionano al penultimo posto con quattro punti, anche se, per il gioco fin qui dimostrato, sembra una posizione immeritevole.
Dall’altra parte ci sono i rossoblù di mister Farina, secondi in graduatoria, a tre lunghezze dalla capolista Scerni. Il tecnico atessano è costretto a fare a meno di capitan Luciani, appiedato dal giudice sportivo, ma ritrova Diompy, che ha superato i problemi al polso e torna dunque a disposizione. Alla luce di quanto, Farina vara il consueto 4-3-3 con questi interpreti: pacchetto arretrato composto da D’Ortona, Colanero, Carunchio e Rossi, oltre che all’estremo difensore Cinalli; in regia, chiavi affidate a Iannone, capitano per l’occasione, mentre le mezzali sono Pili e Silveri; in avanti, largo al tridente formato da Del Roio, Berardi e Zekthi.
L’Atessa ha voglia e mette subito in chiaro le cose dopo appena 56 secondi: Berardi riceve palla dalla destra e appoggia per l’accorrente Silveri; il giovane centrocampista controlla dal limite e, anziché tentare la conclusione, apre sulla sua sinistra per Del Roio; l’esterno atessano addomestica e lascia partire un tracciante preciso che finisce proprio sotto l’incrocio, tra lo sguardo attonito di Del Bello, che non può nulla. Vantaggio lampo degli atessani e ottavo sigillo stagionale per Del Roio.
I padroni di casa accusano il colpo, non riuscendo a creare occasioni importanti in avanti, mentre gli ospiti controllano il match.
L’episodio della svolta potrebbe arrivare al minuto 13: destro velleitario di un calciatore locale dalla lunga distanza che, però, Cinalli non controlla, concedendo l’angolo agli avversari; sugli sviluppi del corner, il pallone si alza a campanile e Dimitru, spalle alla porta, si accinge a controllarlo; nel tentativo di contrastarlo, c’è la leggera spinta veniale di Rossi; l’attaccante fossacesiano va giù e per il direttore di gara, il signor Ragona di Vasto, ci sono gli estremi per il calcio di rigore, tra lo stupore generale e le veementi proteste degli ospiti; dal dischetto va lo stesso Dimitru ma l’estremo atessano Cinalli è prodigioso ad indovinare l’angolo e, soprattutto, risulta miracoloso nel tentativo di ribattuta dell’attaccante di casa, immolandosi con il corpo e conservando il vantaggio dei suoi.
Passato lo spavento, l’Atessa torna a far paura in avanti in diverse occasioni: dapprima con la conclusione alta di Pili, imbeccato da Colanero, al 19’; in seguito, con il destro fuori misura di Zekthi, dopo aver sfruttato il pressing dello stesso Pili e, al 22’, ancora con Zekthi, protagonista di un assolo personale, che trova l’opposizione di Del Bello, attento anche poco dopo sul tentativo mancino di Berardi.
Nei successivi minuti, niente di straordinario da rilevare, se non una leggera supremazia territoriale dei locali, ovviamente intenti a raddrizzare il passivo.
Nessuna variazione alla ripresa dei giochi e stessi interpreti iniziali che proseguono sulla falsa riga del primo tempo, con i locali in spinta e gli ospiti in controllo del vantaggio.
La prima emozione è di marca atessana, con il fendente dal limite di Pili, il quale raccoglie un pallone vacante dal vertice d’area e scocca un sinistro potente, bloccato con stile dal numero uno locale Del Bello.
L’Atessa non da seguito al buon avvio di tempo e abbassa il proprio baricentro pericolosamente, concedendo il pallino del gioco agli avversari, che si riversano in avanti alla disperata ricerca del pari.
A suonare la carica ai rossoblù di casa, oggi in maglia bianca, è Giannobile, il quale tenta la sortita personale dalla distanza, indirizzando il pallone al di sopra del montante.
La truppa di mister Farina agisce di rimessa, con l’intenzione di innescare micidiali contropiedi sfruttando la rapidità dei suoi esterni e, proprio da una di queste ripartenze, l’Atessa sfiora il raddoppio al 64’, quando Iannone mette in moto Berardi sulla destra, il quale penetra fino in fondo e lascia partire un velenoso tiro cross dalla destra che attraversa tutta l’area e finisce fuori di poco. Al termine di questa offensiva, il tecnico ospite richiama in panchina Zekthi, inserendo il rientrante Diompy.
Due giri di lancette più tardi, rispondono i padroni di casa con il destro dal limite di Luca Di Giulio, che sfrutta la buona sponda di Imade e spara, con il pallone che, deviato da Colanero, finisce non lontano dallo specchio difeso da Cinalli.
I draghi si difendono con ordine dagli assalti locali e aspettano il momento buono per chiudere i conti. Difatti, al minuto 78, l’Atessa raddoppia: dagli sviluppi di un piazzato calciato dal Fossacesia, i rossoblù ribaltano fulmineamente l’azione; Silveri riceve in zona centrale della mediana e trova un filtrante delizioso, che spacca in due la difesa locale e mette in moto Diompy, il quale scatta in posizione regolare; il senegalese arriva indisturbato al tu per tu con Di Bello, lo mette a sedere e deposita comodamente in rete il pallone dello 0-2. Si tratta del secondo gol in stagione per Bouba Diompy, che rientrava dopo l’infortunio al polso destro subito a Pretoro.
Ipotecato il match, gli ospiti tentano anche di aumentare il divario, sfruttando la rassegnazione dei locali, ormai costretti a rimandare ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria di questo campionato.
Nei minuti finali, ancora Diompy si fa notare, con una pericolosa discesa sulla sinistra, atta a servire a centro area l’accorrente Carafa, subentrato a Iannone, il quale calcia alle stelle da buona posizione, disturbato dalla retroguardia di casa.
L’ultima opportunità per i volenterosi ragazzi di mister Di Florio arriva a ridosso del novantesimo, quando Cinalli perde la presa del pallone su uno spiovente; Giacomo Polsoni si fionda prima di tutti e calcia a botta sicura, trovando l’opposizione dell’estremo ospite, bravo a riprendere posizione immediatamente.
In pieno recupero, senza esito sperato le conclusioni di Diompy, che scappa via sulla sinistra ma conclude sui piedi di Del Bello, e di Pasquarelli, il quale lascia partire un mancino interessante ma fuori misura.
Finisce con la vittoria dell’Atessa, che espugna il Granata e aggancia in prima posizione lo Scerni, contemporaneamente battuto dal Francavilla. Per queste circostanze, si fa ancora più interessante lo scontro diretto di domenica prossima, quando lo Scerni sarà atteso al Fontecicero. Niente da fare per il Fossacesia, che ha dovuto fare i conti con troppe assenze per affrontare al meglio la seconda della classe. A questo, si aggiunga il rigore fallito da Dimitru e neutralizzato da Cinalli, il quale, nella sessione estiva di mercato, era ad un passo dal vestire proprio la maglia del Fossacesia 90.

 

 

 

 

TABELLINO

FOSSACESIA 90 ATESSA MARIO TANO 0 – 2
MARCATORI: 1′ pt Del Roio; 33′ st Diompy.

FOSSACESIA 90: Del Bello, D’Ortona, Polsoni, Giannobile (8′ st Romagnoli), Di Campli, Annecchini, Moretti (8′ st Giammarino), Di Giulio, Dimitru, Remigio, Imade (36′ st Kouadio).
A DISPOSIZIONE: Di Battista, Marrone, Gialleonardo, Lucci, Arrizza, Lanci.
ALLENATORE: Antonio Di Florio.
ATESSA MARIO TANO: Cinalli, D’Ortona, Rossi, Silveri (39′ st Pasquarelli), Colanero, Carunchio, Del Roio (27′ st Manzone), Pili (37′ st Di Nella), Zekthi (20′ st Diompy), Iannone (20′ st Carafa), Berardi.
A DISPOSIZIONE: D’Amico, Marino, Canuto, Marcucci.
ALLENATORE: Gabriele Farina.

ARBITRO: Gabriel Ragona sezione di Vasto.

 

 

 

Boperdue

Nessun Commento

Inserisci un commento