Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


11/20/2019
HomeL'AquilaCronaca L'AquilaSanità, L’Aquila punto di riferimento per la chirurgia plastica

Sanità, L’Aquila punto di riferimento per la chirurgia plastica

Dieci chirurghi provenienti da diverse regioni italiane hanno partecipato al corso di Live SURGER finalizzato a trattare tre casi clinici di ipoplasia mammaria per motivi estetici con interventi chirurgici specifici di mastoplastica additiva e, MASTOPESSI  con impianto di protesi di ultima generazione e quindi con tutti i requisiti di sicurezza. L’evento scientifico dal titolo “Protesi SMOOTH: tra mito e realtà. Caratteristiche, inquadramento clinico e tecnica chirurgica per una scelta consapevole. Live SURGERY ”, si è svolto nei giorni scorsi direttamente nella sala operatoria del presidio ospedaliero Villa Letizia dell’Aquila. Il corso a numero chiuso, è stato patrocinato dall’AICPE  (Associazione italiana chirurgia plastica estetica): ad organizzare e presiedere l’evento scientifico, è stato il Professore aquilano Paolo Vittorini, componente del Consiglio direttivo dell’associazione, responsabile del servizio di Chirurgia plastica e ricostruttiva e direttore del centro di Chirurgia ricostruttiva post obesità patologica della casa di cura privata aquilana.  Il Professor Vittorini ha voluto condividere nuove frontiere in campo estetico con esperti e professionisti del settore, per un confronto a 360 gradi, anche sulle caratteristiche di sicurezza: “In due giorni insieme ad illustri colleghi abbiamo approfondito e condiviso lo stato dell’arte legato alle nuove frontiere sia in termini di mastoplastica additiva che di materiali protesici – ha spiegato Vittorini -. Questo corso si è chiuso con un vero successo e da questo punto di vista c’è anche una punta di orgoglio perché, è sempre bello poter ospitare nella mia città professionisti illustri e di fama nazionale con positive ripercussioni scientifiche e d’immagine”. Lo scopo del corso, era quello di fare il punto sullo stato dell’arte su quello che è l’intervento più eseguito al mondo: la mastoplastica additiva, sia per finalità estetiche, sia ricostruttive post oncologiche. Il tutto attraverso un confronto tra esperti su tutte le tematiche che ruotano attorno a questo tipo di intervento: dai materiali protesici di ultima generazione, alle tecniche chirurgiche la cui ultima finalità deve garantire la massima sicurezza per le pazienti, alle nuove strumentazioni nella chirurgia estetica e ricostruttiva. “I miei colleghi hanno assistito in diretta a tre interventi in cui sono state affrontate problematiche molto comuni: la ptosi mammaria, le ipotrofie e le asimmetrie del seno, tutti molto complessi – sottolinea Vittorini -, ma alla fine si sono conclusi in maniera brillante e con la piena soddisfazione delle pazienti, dello staff medico e di tutti i professionisti intervenuti”, ha concluso Vittorini – che tra le altre cose da oltre vent’anni si occupa di BUDY SCULPTING, disciplina che si basa su una rilettura in chiave moderna del concetto di Scultura, in cui il “nuovo” artista è proprio il chirurgo e l’opera da modellare è il corpo umano. Il prossimo corso nazionale che vedrà protagonista il chirurgo aquilano sarà nell’evento dal titolo “Il tessuto adiposo: tra volume e rigenerazione”, in programma il 23 novembre all’hotel Mediterraneo di Roma.  Al centro del dibattito ci saranno le tecniche del trapianto ricostruttivo ed estetico del grasso: LIPOFILING, macro, micro e NANOFAT, ovvero l’utilizzo clinico delle forme più grandi o più piccole del tessuto adiposo.

Nessun Commento

Inserisci un commento