Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


09/23/2019
HomeTeramoEventi TeramoCresce e diventa sempre più internazionale l’Abruzzo Irish Festival di Notaresco

Cresce e diventa sempre più internazionale l’Abruzzo Irish Festival di Notaresco

Cresce ancora l’Abruzzo Irish Festival, l’ormai consolidata tre-giorni dedicata a cultura, tradizioni e tipicità irlandesi in terra d’Abruzzo, che si è conclusa domenica scorsa a Notaresco.

A tracciare il bilancio della sesta edizione interviene il sindaco Diego Di Bonaventura: “Oltre che un aumento dei contenuti culturali del festival, c’è stato anche un ampliamento degli spazi, necessario perché l’area prevista per lo svolgimento dell’evento nelle precedenti edizioni non riusciva più a contenere il numero di visitatori in costante aumento. Il Festival si conferma un evento di caratura internazionale, che ha richiamato diversi visitatori stranieri, intervenuti dall’Irlanda e da altri paesi in questi giorni. Moltissime anche le interazioni sulla pagina facebook ufficiale dell’evento, che ha rilevato un ampio gradimento sull’organizzazione e sui contenuti. Segno evidente che l’Abruzzo Irish Festival, oltre ad aver raggiunto un respiro internazionale, a livello di organizzativo e di direzione artistica compete con i più grandi festival d’Europa”.

“Anche quest’anno migliaia di visitatori hanno affollato le serate di venerdì e sabato – commenta Matteo Canzari dell’associazione “Innocent Smith– sfidando le avverse previsioni meteo, mentre si sono registrate presenze record nella giornata conclusiva, in cui già dalle prime ore del pomeriggio Notaresco è stata festosamente “invasa” da famiglie e bambini che, dopo aver partecipato a spettacoli e laboratori pensati per loro nell’area del Family Village, hanno avuto modo di visitare il Festival e conoscere realtà come l’accampamento celtico, riti e usanze, rievocazioni storico-medievali e altro. Un grande evento culturale, che ha visto la presenza di band internazionali, spettacoli itineranti, rievocazioni, workshop e laboratori che spaziavano attraverso lingua, storia, leggende e stregoneria celtica, il tutto inserito in un borgo incantato valorizzato da una scenografia e da un’illuminazione molto suggestiva, grazie alla piena collaborazione del Comune di Notaresco e di tutta la cittadinanza sia durante lo svolgimento del Festival che nei dieci mesi necessari per l’organizzazione della manifestazione”.

Nessun Commento

Inserisci un commento