Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


08/18/2019
HomeChietiAlla scoperta delle Meraviglie d’Abruzzo, Pizzoferrato

Alla scoperta delle Meraviglie d’Abruzzo, Pizzoferrato

Il viaggio di Centralmente riprende alla scoperta delle Meraviglie d’Abruzzo, al confine tra le province di Chieti, L’Aquila ed Isernia, troviamo Pizzoferrato, borgo raccolto su un’altura di natura calcarea a ridosso di una rupe rocciosa, a 1251 metri di altitudine.

Immerso nel Parco Nazionale della Maiella, domina a da sinistra la valle del fiume Sangro.

Le sue origini sono antichissime, un tempo abitato dai Frentani, popolazione italica di lingua osca; insieme ai Sanniti si scontrarono con gli eserciti Romani alla fine del IV secolo a.C., successivamente furono obbligati a scendere a patti con il nemico, accettando la supremazia romana.

A circa 4 km da Pizzoferrato, attualmente nel territorio di Quadri, sorgeva una cittadina, Trebula, risalente al periodo dell’Imperium Romanum. Portata alla luce nella campagna archeologica da Francesco Verlengia, nell’ultimo decennio del 900, ha confermato la frequentazione del territorio a partire dal III secolo a.C. Oggi, della città non rimane alcuna traccia, sé non l’unico edificio parzialmente visibili, l’anfiteatro.

In una atmosfera caratterizzata da antichissime radici, stimoli culturali secolari, nacque e si sviluppò, il suggestivo e affascinante Borgo di Pizzoferrato. Sulla nascita esistono due versioni: la prima sostiene che la nascita è avvenuta in seguito alla distruzione dei tre Pizzi, Pitius Superior, attualmente Monte della Rocca, Pitius Medius, oggi Rocca Fonte Maggiore e Pitius Inferior, Roccarsa. La seconda versione, non confermata, narra che dalla distruzione si salvarono solo due fratelli, Rocco e Lorenzo, che diedero origine a Pizzoferrato e a Gamberale.

Il nome del borgo, nel corso dei secoli è cambiato, nel 1226 nel “Catalogus Baronum” viene citato come “Piczum Ferratum”, nel ‘500 era conosciuto come “Pizzosterrato”; nel ‘700 si stabilisce Pizzoferrato.

Secondo la classifica stilata da Skyscanner, è stato definito il paese più bello d’Abruzzo nel 2018.

Definito da Gabriele D’Annunzio “la terrazza d’Abruzzo” affacciata sul Mar Adriatico.

E tu cosa aspetti ad andare visitare Pizzoferrato?

Raffaella Piccoli

Nessun Commento

Inserisci un commento