Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


07/19/2019
HomeTeramoPolitica TeramoTeramo diventa una città sempre più “plastic free”

Teramo diventa una città sempre più “plastic free”

L’assessore agli Affari Legali Sara Falini, rende noto che il TAR Abruzzo ha respinto la richiesta di annullamento di una Ordinanza del Comune emanata lo scorso 9 Aprile. L’atto recava il “Divieto di utilizzo di contenitori e stoviglie monouso non compostabile e/o biodegradabile negli esercizi commerciali e in occasione di feste pubbliche e sagre e nell’uso quotidiano dei cittadini”.
Contro il provvedimento del Comune si era pronunciata la Federazione Gomma Plastica, Isap Packaging Spa chiedendo appunto l’annullamento dell’Ordinanza previa sospensione dell’efficacia.
Il TAR ha respinto il ricorso perché ha ritenuto che “non pare sussistere il pericolo di un danno grave e irreparabile alla sfera soggettiva delle ricorrenti” .

Si conferma così la bontà della scelta del Comune di limitare l’uso della plastica, per proiettarsi nella dinamica di un “Comune plastic free”, scelta che si inserisce nella volontà di salvaguardare e tutelare l’ambiente. Plastic-free significa letteralmente “liberi dalla plastica” ed è la denominazione dei Comuni che hanno deciso di schierarsi contro l’uso della plastica, nel tentativo appunto di salvaguardare i territori. Tra pochi anni (2021) gli obblighi imposti dall’Europa in materia di plastica entreranno in vigore, rendendo obbligatorio l’inasprimento nella lotta alla plastica, ma già da ora l’amministrazione comunale, con l’assessore all’ambiente Valdo Di Bonaventura, intende avviare un percorso virtuoso che possa da un lato limitare l’uso di tale materiale e dall’altro fungere da stimolo per l’applicazione di buone pratiche da parte dei cittadini.

Nessun Commento

Inserisci un commento