Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


09/18/2019
HomeVasto - LancianoPolitica Vasto LancianoRevocato il divieto di balneazione, Menna e Cianci replicano ai consiglieri d’opposizione

Revocato il divieto di balneazione, Menna e Cianci replicano ai consiglieri d’opposizione

Il divieto di balneazione alla foce del fiume Sinello, disposto ieri dal sindaco di Vasto, Francesco Menna, è stato revocato questa mattina con ordinanza numero 212/2019.

“Dai nuovi prelievi effettuati dall’ARTA i valori risultano conformi. Un divieto durato 24 ore circa che ha scatenato la polemica di cinque consiglieri di minoranza. Mi spiace constatare che parte dell’opposizione – ha spiegato il sindaco di Vasto, Francesco Menna ancora una volta provoca un serio danno di immagine a Vasto e al turismo vastese”.

“Sanno bene i consiglieri, D’Elisa, Giangiacomo, Laudazi, Prospero e Suriani, che l’Amministrazione comunale ogni qualvolta emana una ordinanza di divieto di balneazione – ha spiegato l’assessore alle Politiche Ambientali Paola Ciancitrasmette il provvedimento ad una serie di enti tra cui il Ministero dell’Ambiente, l’ASL e l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto. Con quest’ultimo abbiamo sottoscritto un protocollo finalizzato alle indagini ispettive per la tutela dell’ambiente. Proprio in occasione della interrogazione presentata dal consigliere Suriani si ricordava, per quanto ci compete, il grande lavoro svolto dal dirigente del Servizio Ambiente, Avv. Stefano Monteferrante, in sinergia con i comandanti dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vasto e dei Carabinieri Forestali, nel cercare di intercettare gli allacci abusivi che possono generare gli sforamenti e i conseguenti divieti di balneazione.
Stucchevoli invece appaiono le considerazioni delle opposizioni sul finto ambientalismo. Il centrosinistra da sempre mette in campo azioni di sensibilizzazione e la nostra partecipazione attiva alle numerose iniziative promosse dalle associazioni e dai tanti cittadini sono la risposta concreta. Inoltre – ha concluso Paola Cianci, nel contratto di Costa dei Trabocchi promosso dalla Camera di Commercio Chieti-Pescara, di cui numerose iniziative recentemente si sono svolte nella nostra città, abbiamo fortemente voluto l’inserimento del monitoraggio delle acque sia dei mari che dei fiumi. Non commento gli attacchi personali, volgari e politicamente fuorvianti”.

Nessun Commento

Inserisci un commento