Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/20/2019
HomeCalcioPrima Categoria gir.D – colpo Casoli a Celano, è finale di Coppa Abruzzo! Pellanera: “Vogliamo conquistarla a tutti i costi”

Prima Categoria gir.D – colpo Casoli a Celano, è finale di Coppa Abruzzo! Pellanera: “Vogliamo conquistarla a tutti i costi”

Il Casoli sbanca Celano ed approda in finale di Coppa Abruzzo. Ne abbiamo approfittato per sentire il leader e da poco traghettatore degli atriani, Giordano Pellanera.

Sono usciti i nomi delle due squadre che si contenderanno giovedì 25 aprile a Città Sant’Angelo l’ambito trofeo della Coppa Abruzzo. Una delle due finaliste è il Casoli che con un rotondo 0-3 espugna il “Corvi” di Canistro e si qualifica per la finale. Con l’occasione abbiamo raggiunto telefonicamente Giordano Pellanera uno degli uomini simbolo della squadra rossoverde.

Avevamo bisogno di centrare questa finale” – Esordisce il difensore – “uso la parola bisogno perché quando quest’estate l’allora allenatore Federico Proietto mi convinse a sposare questa nuova avventura gli obiettivi erano altri, infatti la squadra era stata assemblata per fare bene in campionato, per noi fare bene voleva dire quanto meno centrare l’obiettivo dei play-off, che a mio avviso erano alla nostra portata, purtroppo nel corso della stagione siamo stati costretti nostro malgrado a rivedere i nostri obiettivi, per una serie di concause che non sto qui ad elencare i play off sono difatti sfumati“.

Nuovo ruolo da allenatore: “Le strade tra mister Proietto e la società si sono inevitabilmente divise, con quest’ultima che ha chiesto a noi senatori del gruppo di fare da traghettatori fino alla fine del campionato. Io, Fabio e Danilo (Paparini e Colagrande, ndr) abbiamo accettato di buon grado questo compito, se in campionato c’era poco da fare in coppa invece avevamo un triangolare di semifinale da giocare. Nonostante le altre due contendenti fossero due squadre attrezzatissime come il Giulianova Annunziata e il Celano, siamo riusciti a spuntarla e adesso andremo a contendere il titolo all’Atessa Mario Tano. È un titolo che vogliamo conquistare a tutti i costi per riscattare una stagione fin qui deludente, poi perché la società che da poco ha festeggiato il cinquantesimo anno di attività con tanto di premiazione a Roma da parte della FIGC, ed è riuscita a centrare questo trofeo soltanto in una occasione”.

Nessun Commento

Inserisci un commento