Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


04/19/2019
HomeVasto - LancianoEventi Vasto LancianoDomenica delle Palme in Ospedale con il colore e il sorriso della Ricoclaun

Domenica delle Palme in Ospedale con il colore e il sorriso della Ricoclaun

Tantissimi i clown Ricoclaun che ieri mattina hanno invaso tutti i reparti dell’ospedale “San Pio da Pietrelcina” di Vasto, con i loro sorrisi colorati, per donare un piccolo gesto molto significativo: le palme benedette, insieme a un dono speciale per i bambini della pediatria l’uovo di Pasqua e un palloncino a forma di colombina, donati anche a tutti i reparti. E’ ormai una consuetudine per l’associazione di volontariato Ricoclaun questa giornata. Preparare le palme è molto impegnativo per l’associazione ma viene fatto con tanta gioia, in un clima di grande collaborazione. La benedizione delle palme è stata fatta ieri, domenica 14 aprile, da Don Antonio Totaro, il parroco della Parrocchia della Madonna del sabato santo. Il clima in ospedale oggi è stato veramente speciale ed emozionante, come sempre. Numerosi i clown Ricoclaun presenti : clown Eric, Lulù, Sampei, Gioia, Trilly, Susy, Bollicina, Bebo, Gigetta, Buondì, Flo, Frittatina, Tempestina, Ciotolina, Stellina, Briciola che con il loro colore e simpatia hanno percorso i vari reparti, con il sottofondo delle canzoni pasquali e portando tanti cesti di palme benedette, decorati con fiocchetti colorati, per dare un messaggio d’amore e di pace a chi si trova in ospedale, insieme a tante colombine fatte con i palloncini preparate dal bravissimo clown Bebò e tante uova di Pasqua da donare a tutti i bambini della pediatria e a tutti i reparti dell’ospedale. “Tutti ci hanno accolto con gioia, sorpresi della nostra presenza festosa e del nostro piccolo dono, veramente gradito a tutti. Tanta emozione, per chi ha ascoltato e apprezzato il clima di festa che si è creato in tutti i reparti, per chi si è affacciato incuriosito, chiedendosi cosa stesse succedendo, per chi ha ricevuto meravigliato la “palma benedetta”, per noi clown che abbiamo donato un po del nostro tempo per condividere la loro gioia e emozione”.

Nessun Commento

Inserisci un commento