Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


04/19/2019
HomeL'AquilaEventi L'AquilaFareEuropa: i fondi europei raccontati da cittadini e studenti

FareEuropa: i fondi europei raccontati da cittadini e studenti

Seconda giornata dedicata ai fondi europei e alla programmazione della Regione Abruzzo all’Aquila, l’undici Aprile, dove si aprirà il Comitato di sorveglianza dei fondi FSE e FESR. Il palcoscenico sarà la rinnovata sala Ipogea del Consiglio regionale che questa mattina ha invece ospitato l’evento di comunicazione dei fondi europei organizzato dall’Autorità di gestione e dal Servizio stampa. Tre ore di faccia a faccia, aperto da un video sull’opera di ricostruzione delle mure aquilane finanziato con il Fesr, nel corso del quale i protagonisti e i beneficiari dei fondi hanno raccontato la loro esperienza dopo aver usufruito delle agevolazioni e dei contributi messi a disposizione dall’Unione europea. Sul palco della sala Ipogea si sono dunque susseguite le esperienze di lavoratori, ex disoccupati, studenti, manager e amministratori pubblici che in questi anni sono entrati nell’Fse e nel Fesr. Dal docente di attività sportiva assunto, grazie a Garanzia Over, a 58 anni dopo aver perso il lavoro a 52 fino al racconto dei manager delle grandi imprese dell’Automotive che in Abruzzo grazie anche al Fesr hanno investito milioni di euro in progetti di ricerca e innovazione di respiro internazionale. Ma i veri protagonisti della giornata evento sono stati gli studenti di tre scuole medie superiori dell’Abruzzo: il liceo scientifico Vitruvio Pollione di Avezzano, il liceo scientifico Masci di Chieti e l’istituto tecnico “Savoia” di Chieti. Al referenti della Commissione europea presenti all’evento gli studenti abruzzesi hanno raccontato le loro esperienze e i progetti realizzati che gli hanno permesso di entrare nei meccanismi dei fondi europei e delle politiche di sviluppo e coesione dell’Unione europea che hanno avuto ricadute sul territorio regionale. Uno spaccato importante della società giovanile che ha messo in evidenza le forti sensibilità dei Millennials quando si parla di Europa, Coesione, Trasparenza e Conoscenza. Del resto la collaborazione tra le tre scuole abruzzesi e la Regione, favorita anche dall’intervento di Anpal Servizi, è nata proprio per comunicare e rendere leggibile tutto il mondo che circonda l’Europa, che molte volte viene narrata come terra ostile dalla quale ci si rifiuta di cogliere i frutti. Domani la due giorni dedicata all’Europa prosegue con il Comitato di sorveglianza, la riunione tecnica annuale che fa il punto sullo stato dell’arte della programmazione Fse e Fesr. Intorno al tavolo di confronto siederanno i rappresentanti amministrativi della Regione che portano avanti la programmazione europea 2014-2020 che illustreranno ai referenti della Commissione europea lo stato della programmazione, stilando un cronoprogramma di massima sulla pubblicazione dei prossimi Avvisi.

Nessun Commento

Inserisci un commento