Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


08/19/2019
HomeCalcioEccellenza, tris Penne sull’Amiternina Scoppito: termina 3-0

Eccellenza, tris Penne sull’Amiternina Scoppito: termina 3-0

Pagano, Di Ruocco e Rosini: il Penne passeggia sull’Amiternina Scoppito 3-0.

Un Penne implacabile e concentrato domina il match interno con l’Amiternina, sale a quota 48 punti, ma soprattutto registra gli esordi in Eccellenza dei giovanissimi Cutilli classe 2004 e Grande classe 2003 (nella foto rispettivamente primo a sinistra e primo a destra) gioiellini del vivaio biancorosso. Gara senza storia quella del Comunale blindata già nella prima frazione grazie alle reti di Pagano e Di Ruocco; ad inizio ripresa i biancorossi calano il tris in bello stile con l’ottima combinazione Coletta-Rosini rifinita da quest’ultimo, poi gestiscono senza troppi patemi con gli ospiti vicini alla rete della bandiera con Facecchia (bloccato sulla linea dal provvidenziale intervento di Di Remigio) e con Tuzi che fallisce un calcio di rigore calciando sulla traversa. Domenica i biancorossi si congederanno dal proprio pubblico nel derby col Chieti fresco di promozione in D prima della sosta e dell’atto finale sul campo del Cupello.

Senza l’infortunato Casimirri e gli squalificati Savini e Cacciatore mister Pavone ripropone Reale (1998) nel ruolo di terzino destro affidando le chiavi della regia a Rossi (2000) che torna titolare dal primo minuto, in avanti Rosini (1999) torna titolare al centro dell’attacco affiancato da Di Ruocco e Coletta (1998) con Pagano che scala nel ruolo dell’assente Cacciatore andando a disputare una delle migliori prestazioni dell’anno. Torna in panchina in tempo record Donatangelo dopo il brutto infortunio alla caviglia rimediato a Sambuceto.
Sul fronte opposto mister Angelone non può disporre dal primo minuto dell’acciaccato Facecchia, prova a schierare i suoi con propensione offensiva nel tentativo disperato di riportare a casa i tre punti dopo il vitale successo di Pratola Peligna.

La posta in palio per gli scoppitani è altissima, il Penne scende in campo tuttavia voglioso e concentrato ed inizia a fare la partita. Dopo due giri di lancetta ci prova Di Ruocco sugli sviluppi di una punizione dal limite ma alza troppo la mira, al 4′ è ancora l’esterno biancorosso protagonista con un insidioso tiro-cross sul secondo palo che si spegne di un soffio alto.
L’Amiternina dal canto suo, sorniona, avrebbe la palla buona al 12′ quando sugli sviluppi di un’azione viziata da una presunta carica su Reale, Fantauzzi riceve palla a centro area e calcia in porta tutto solo trovando sulla sua strada l’intervento provvidenziale di D’Amico abile a respingere con i piedi.
Sarà praticamente questa l’unica sortita offensiva ospite con il Penne che prende in mano il pallino del gioco e cinge d’assedio la difesa aquilana chiudendo subito i giochi. Al 14′ la prima avvisaglia con Di Ruocco che si libera a sinistra converge in area e calcia a botta sicura, provvidenziale il miracoloso intervento di Rossetti che si allunga in tuffo e smorza in corner.
Al 22′ arriva la rete del vantaggio pennese: Pagano va via al limite dell’area ma viene atterrato da Romano; calcio di punizione sacrosanto che lo stesso numero dieci pennese trasforma con una conclusione potente e precisa che si infila sotto l’incrocio dei pali.
Ora è un monologo biancorosso, alla mezz’ora è il turno di Coletta che irrompe in area dalla sinistra e calcia sul secondo palo con sfera che termina a lato per questione di millimetri, poi al 32′ arriva il meritato raddoppio quando il solito Pagano imbecca l’inserimento di Di Ruocco che si presenta a tu per tu con Rossetti infilandolo con un delizioso pallonetto.
Al 37′ è il turno di capitan D’Addazio che svetta in area per raccogliere di testa un cross di Di Ruocco ma la mira non è quella giusta.

Amiternina praticamente scomparsa dal campo e nella ripresa bastano 42 secondi ai biancorossi per chiudere i giochi: azione caparbia di Coletta che in area appoggia a Rosini che si gira in un fazzoletto e scarica sul secondo palo una gran botta imparabile per Rossetti: 3-0.
Inizia ora il valzer dei cambi con mister Angelone che manda in campo Facecchia che all’11’ semina il panico nell’area biancorossa conclude in porta, supera D’Amico, ma trova sulla linea il provvidenziale intervento di Di Remigio che evita il peggio.
Giornata nera degli scoppitani che prosegue al 18′ quando Tuzi si incarica della battuta di un calcio di rigore assegnato per presunto fallo di mano in area ma centra in pieno la traversa.
Il Penne continua ad amministrare e prova ancora a far male con Rossi che raccoglie l’invito di Iannascoli dal limite e calcia a lato di poco, poi gli ingressi di Grande (2003) che prende il posto proprio di Rossi in preda ai crampi e di Cutilli (2004) entrambi subito in partita e concentrati nonostante l’emozione del debutto ufficiale in Eccellenza in così giovane età.

La gara nel finale non ha praticamente nulla da dire se non l’ultimo velleitario tentativo di Tuzi che nel recupero manda alta una punizione da buona posizione. Per il Penne si tratta del secondo successo consecutivo che gli permette di eguagliare il ruolino della passata stagione con 180 minuti ancora a disposizione nelle gare con Chieti (casa) e Cupello (fuori) per rimpinguare il bottino. Brutta sconfitta invece per l’Amiternina che resta fermo a quota 30 al penultimo posto in classifica, rimanendo in bilico per i playout appena dentro il distacco minimo (-9).

PENNE-AMITERNINA 3-0 (2-0)

PENNE: D’Amico, Di Remigio, Silvaggi, Rossi (25’st Grande), D’Addazio, Reale (38’st Di Marcantonio), Coletta, Iannascoli (22’st Donatangelo), Rosini (19’st Di Fazio), Pagano (40’st Cutilli), Di Ruocco. A disposizione: D’Intino, Rachini, Bianchini, Di Simone. Allenatore: Pavone

AMITERNINA: Ludovisi, Romano, Tinari, Tuzi, Di Alessandro M, Pezzotti (6’st Dilillo), Fantauzzi (43’st Bizzini), Di Alessandro D, Santirocco (20’st De Michele), Alfonsi (6’st Facecchia), Marchetti (36’st Rosati). A disposizione: Beccia, Angelone, Fischione, Pietrucci. Allenatore: Angelone

Arbitro: Sciubba di Pescara

Reti: 22’pt Pagano, 32’pt Di Ruocco, 1’st Rosini

Ammoniti: Grande, D’Amico (Penne), Romano, Santirocco (Amiternina)
Ufficio stampa Penne

Scritto da

Federico Ermanno Di Fabio è un giovanissimo aspirante giornalista, nato il 29/05/1998 ad Atri (Te). Coltiva la sua passione per il giornalismo da parecchi anni e nel frattempo frequenta la facoltà di Economia e Commercio all'Università G.D'Annunzio di Pescara

Nessun Commento

Inserisci un commento