Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


10/21/2019
HomeL'AquilaEventi L'AquilaRoma, tutto pronto per il National Geographic Festival delle Scienze

Roma, tutto pronto per il National Geographic Festival delle Scienze

Si avvicina il National Geographic Festival delle Scienze, il cui programma è stato presentato nella conferenza stampa di ieri mattina a Roma. Il GSSI Gran Sasso Science Institute – è partner scientifico e parteciperà con eventi di grande interesse alla XIV edizione che si terrà all’Auditorium Parco della Musica di Roma da lunedì 8 a domenica 14 aprile e declinerà il tema dell’INVENZIONE.

Tre gli appuntamenti che ci vedono coinvolti:

Mercoledì 10 aprile, ore 21:00, Sala Petrassi: Fisiche, femminile plurale, a cura di INFN e GSSI.
La caccia alla materia oscura, le onde gravitazionali e la nuova astronomia multimessaggera, lo studio della particella che ha consolidato la moderna teoria delle particelle elementari, il Bosone di Higgs. Sono questi i temi di punta del dialogo tra tre scienziate la cui eccellenza è riconosciuta dalla comunità scientifica a livello mondiale e la cui attività di ricerca tocca laboratori internazionali come il CERN, i Laboratori Nazionali Del Gran SassoINFN, l’osservatorio EGO & the Virgo Collaboration, e centri d’eccellenza come il GSSIGran Sasso Science Institute. Sollecitate dall’ironia di Serena Dandini, le tre scienziate Elisabetta Baracchini (GSSI e INFN), vincitrice di un ERC grant per cercare la materia oscura ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso, Viviana Fafone (INFN e Università Tor Vergata), tra gli scopritori delle onde gravitazionali con l’esperimento Virgo, e Chiara Mariotti (INFN, CERN e Università di Torino), tra i protagonisti della scoperta del Bosone di Higgs al CERN, ripercorrono alcune delle idee più affascinanti sulla natura del nostro universo, offrendo al pubblico il racconto di un mestiere che, condotto con passione e determinazione, non conosce ostacoli. Contribuiscono al racconto il ritmo e la simpatia de La banda dell’uku.

Link all’evento: https://www.auditorium.com/evento/fisiche_femminile_plurale-20474.html

Venerdì 12 aprile, alle ore 21:00 in Sala Sinopoli, si terrà “Spazio al tempo. Tutto quello che non avete mai osato chiedere sull’universo”, incontro tra Fernando Ferroni, presidente dell’INFN e professore al GSSIGran Sasso Science Institute, e Antonio Masiero, vicepresidente dell’INFN e professore all’Università di Padova, condotti da Neri Marcorè. Sarà un vero e proprio viaggio nel tempo il dialogo tra tre fisici d’eccezione, maestri di fisica delle particelle e impegnati in studi ed esperimenti di frontiera: dalla ricerca della misteriosa materia oscura allo studio delle proprietà dei neutrini coinvolti nei processi di fusione delle stelle e negli avvenimenti cosmici più impressionanti, fino allo studio della fisica “nuova”, quella nascosta anche nelle collisioni tra particelle alle energie limite del più grande acceleratore di particelle del mondo. Il viaggio sarà tutt’altro che scontato, ritmato dalle improvvisazioni jazz di Umberto Petrin e dagli excursus letterari interpretati da Maria Giulia Scarcella, e accompagnato dalla narrazione visiva del disegnatore Luca Ralli.

Link all’evento: https://www.auditorium.com/evento/spazio_al_tempo-20478.html

Sabato 13 aprile, alle ore 15:30, Teatro Studio Borgna: l’invenzione verrà indagata sia dal punto di vista del procedimento sia guardando al risultato, con alcune delle innovazioni più sorprendenti e avveniristiche nel campo della robotica. Anche il GSSI contribuisce alla riflessione con la conferenza L’invenzione inaspettata, moderata dall’esperto di comunicazione della scienza e giornalismo scientifico Michele Bellone; con lui, la biologa Federica Bertocchini (IBBTEC Università della Cantabria), il Rettore del GSSIGran Sasso Science Institute – Professor Eugenio Coccia e Silvia Marchesan, Nature Award 2018 (Università di Trieste), spiegheranno come fronteggiare un risultato inaspettato durante un procedimento scientifico.

Nessun Commento

Inserisci un commento