Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


06/06/2020
HomeTeramoPolitica TeramoTeramo, pronte due velostazioni per il progetto “MoveTe”

Teramo, pronte due velostazioni per il progetto “MoveTe”

Approvato dalla giunta municipale il progetto definitivo per la realizzazione di due velostazioni sul territorio Comunale di Teramo.

L’iniziativa fa riferimento al Progetto “MoveTe”, un programma integrato di azioni per la mobilità sostenibile casa/scuola e casa/lavoro, avente quale scopo precipuo la possibilità di varie applicazioni a livello urbano tra le quali la mobilità privata su due ruote e, inoltre, di dare ampio spazio alle potenzialità in ordine e termini di riduzione dell’inquinamento sia atmosferico che acustico.

Le due velostazioni saranno posizionate una nel terminal bus di Piazzale san Francesco e l’altra in prossimità del parcheggio adiacente la Stazione ferroviaria.

Il comune di Teramo si è piazzato al 15esimo posto su 114 nella graduatoria del Bando per la mobilità sostenibile emanato dal Ministero dell’Ambiente. Pertanto, con il progetto “MoveTe” ha ottenuto il finanziamento di 1,6 milioni di euro per la realizzazione di bike station, pedibus e ciclobus. In tale progetto la città di Teramo ha concretamente espresso il suo ruolo di capoluogo di provincia, coinvolgendo nell’iniziativa altri nove comuni del territorio provinciale: Alba Adriatica, Atri, Bellante, Castellalto, Giulianova, Martinsicuro, Mosciano Sant’Angelo, Pineto, Roseto Degli Abruzzi.

Il progetto, la cui predisposizione tecnica è stata affidata all’Adsu, coinvolge circa 180mila cittadini compresi tra la costa, la vallata del Tordino e la città capoluogo. L’iniziativa prevede l’allestimento di punti di raccolta, riservati alle biciclette negli snodi viari principali. Si tratterà di siti protetti, contenenti tutti gli apparti necessari per la gestione delle biciclette, dai posteggi alle centraline di ricarica per le bici elettriche, qui i cittadini potranno lasciare le biciclette in sicurezza. Connessi alle bike station, sorgeranno percorsi ciclabili che collegheranno le stesse alla viabilità urbana e quindi ai luoghi di destinazione degli interessati: scuole, università, ma anche posti di lavoro. L’iniziativa, inoltre, prevede incentivi economici per gli studenti e i lavoratori che aderiranno.

Sono molto soddisfatto – commenta il sindaco Gianguido D’Albertodi questo ulteriore sviluppo del progetto. Ringrazio l’ADSU che se ne è fatto concreto artefice. Il progetto è in linea con le iniziative già intraprese e con quelle che abbiamo in animo di avviare, come il nuovo Piano Traffico che sarà concepito come lo strumento che consentirà di agevolare flussi di ingresso ed uscita dalla città e flussi di circolazione interni nell’ottica della mobilità sostenibile”.

L’assessore Stefania Di Padova ha invece dichiarato: “Attraverso questo programma integrato si punta a intervenire sulle modalità di spostamento nel tragitto casa – scuola, scuola  lavoro, coinvolgendo tutte le fasce d’età della popolazione – conclude – Tra le linee d’azione di MoveTe c’è anche la realizzazione di pedibus e bicibus: punti di raccolta con personale preparato che accompagnerà i bambini a scuola a piedi o in bicicletta”.

 

Nessun Commento

Inserisci un commento