Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


10/16/2019
HomeCalcioTeramo, domani la trasferta con la Giana Erminio. Parla il DS Federico alla vigilia

Teramo, domani la trasferta con la Giana Erminio. Parla il DS Federico alla vigilia

Il dirigente biancorosso presenta la partita domenicale in terra lombarda. Infantino titolare nonostante i problemi fisici?

Non sarà una semplice partita, ma molto di più. Il Teramo si prepara alla trasferta di Gorgonzola, per affrontare la Giana Erminio dell’ex Jefferson. Alla vigilia, il Direttore Sportivo Sandro Federico fa il punto sul momento in casa biancorossa ed analizza la sfida che attende Caidi e compagni. Queste le sue parole in conferenza stampa: “Parlo io oggi per dare la possibilità al mister e alla squadra di finire l’allenamento e partire subito. Il problema di Infantino è un ematoma dovuto al terreno di gioco del nostro stadio. Con un antidolorifico supererà il problema. Non dobbiamo mai cercare la scusante del calo mentale, può essere uno degli elementi, ma non l’unico. Nell’ultima giornata, un dato esemplare, c’è stata solo una vittoria in casa e ben 6 fuori casa, così anche per le precedenti settimane. L’analisi deve essere più profonda, non bisogna subire l’avversario, soprattutto in questo momento delicato per ogni squadra. Probabilmente le squadre che giocano in casa sono portate a sbilanciarsi, a scoprirsi e subire di più. Nei numeri non si mente. Secondo me avere sempre la conferenza dell’allenatore alla vigilia porta a ripetere sempre le cose, il mister avrebbe dato le sue risposte, ma credo sia più interessante il post gara. Ogni settimana è importante, siamo concentrati su questa sfida. C’è un equilibrio che ci porta a tenere tranquilli allenatore, staff e squadra. Si sta andando avanti con una certa politica, cerchiamo di dare più spazio ai giovani pian piano. In questo momento gioca, come normale che sia, chi sta meglio. Si è alzato notevolmente il livello delle squadre che lottano per non retrocedere, nessuno si aspettava un campionato così bilanciato nella parte destra della classifica. Al di là dei moduli, bisogna essere equilibrati e compatti. Sono sempre di moderata tranquillità, è un girone duro, vediamo che non ci sono avversari difficili o facili. La nostra società ha sempre rispettato gli impegni, altre squadre no ma dobbiamo adeguarci alle direttive degli organi competenti in merito al futuro del girone e dei campionati. Gli errori vanno analizzati, non bisogna più commetterli. Nella scorsa partita non si è fatto benissimo per via anche di un avversario che ci ha messo in difficoltà, abbiamo fatto anche delle cose positive e ripartiamo da quelle.”

Scritto da

Giovane aspirante giornalista sportivo. Attualmente iscritto all'Università degli Studi di Teramo, sta completando il percorso triennale presso la facoltà di Scienze della Comunicazione. Ha già diverse esperienze precedenti in alcune testate abruzzesi e non solo.

Nessun Commento

Inserisci un commento