Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


06/06/2020
HomeCalcioPrima Categoria, Girone A: ecco il recap della 26esima Giornata

Prima Categoria, Girone A: ecco il recap della 26esima Giornata

La corsa dell’Aquila non frena nemmeno contro il Celano, se non per quanto concerne l’ampiezza del risultato: la squadra di Cappellacci, nella 26esima Giornata, si aggiudica lo scontro diretto contro i marsicani per 1-0 grazie ad un gol di Campagna alla mezz’ora. Ennesima buona prova per gli uomini di Celli, in grado di restare fino alla fine in partita al “Gran Sasso d’Italia”: indicazioni che, in vista dei playoff, non potranno certo essere ignorate e che certificano la bontà del lavoro del presidente Moscarella e della società celanese.

Secondo in classifica, ora solitario, è ancora il Pizzoli che supera con un netto 5-0 il Real Carsoli: doppiette per Piri e Gizzi, gol di Ursache e pratica carsolana archiviata. Nove punti da recuperare in otto giornate sono troppi per qualsiasi altra considerazione, ma va dato atto al Pizzoli di aver tenuto vivo (almeno matematicamente) il campionato nonostante la presenza di un Città di L’Aquila palesemente di altra categoria fino alle ultimissime battute.

Si sono fatti meno roboanti ma continuano ad arrivare i risultati del San Benedetto Venere: il “branco” del presidente Cerasani supera in trasferta il Tagliacozzo (0-1 con gol di Odoardi) e rimane agganciato alle primissime, con 57 punti più che sufficienti a ribadire la propria affermazione in zona-playoff. Playoff che, con ogni probabilità, sfuggiranno alla quinta in classifica, che essa sia la Federlibertas Bugnara (vincente per 4-1 sulla Valle Aterno Fossa) o la Plus Ultra di Trasacco (sconfitta per 3-0 dall’Atletico Civitella Roveto e fortemente polemica verso l’arbitro). Una delle due società, appaiate a 48 punti, dovrebbe sperare in una piccola serie negativa del Pizzoli per poter disputare gli spareggi di fine stagione: desiderio vivo, ma certamente poco realistico visti i risultati degli uomini di Rotili.

Poco da chiedere alla classifica per il gruppo di metà classifica: il Villa San Sebastiano si fa superare dal Villa Sant’Angelo, tenendo un discreto margine proprio sui rivali di giornata (3-1 il finale); il Real Carsoli perde male contro il Pizzoli e l’Atletico Civitella Roveto, come detto, blinda la salvezza con il rotondo successo sulla Plus Ultra (doppietta dell’eterno Tolli e gol di Gismondi).

Manca ancora qualcosa per parlare di salvezza a San Francesco e Valle Aterno Fossa, autori di inauspicabili scivoloni: i primi si fanno battere per 3-0 dal Barrea, che si rilancia pur restando in pienissima zona-playout (e difficilmente ne uscirà), i secondi lasciano strada al sogno-playoff della Federlibertas Bugnara (4-1).

Genzano ok a tavolino sulla Virtus Pratola, chiude la giornata lo scontro diretto per la salvezza tra San Pelino e Cesaproba: finisce 1-1, con gli uomini di Cerone che riescono a resistere all’assalto degli ospiti e mantengono tre punti di distacco dai playout.

Scritto da

Appassionato di scrittura, di calcio e, in generale, della vita. Percorso di studi in Giurisprudenza, poi giornalista presso l'Ordine d'Abruzzo. E' attualmente Direttore Editoriale di Centralmente e Centralmente Sport.

Nessun Commento

Inserisci un commento