Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/25/2019
HomePescaraCronaca PescaraRapina il Conad di Pescara armato di attrezzi da cucina: arrestato

Rapina il Conad di Pescara armato di attrezzi da cucina: arrestato

Alle ore 14,00 di oggi, i Carabinieri della Sezione Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pescara hanno tratto in arresto, per rapina aggravata   S.E. 40enne Pescarese, resosi responsabile di rapina a mano armata ai danni del supermercato Eurospin di via A.Moro, e  qualche minuto prima di tentata rapina ai danni del Conad di via Rigopiano.

Nello specifico, l’uomo, alle precedenti ore 12,50, con volto travisato da cappuccio di una felpa di colore bleu e cappello di colore grigio con visiera, armato di un arnese da cucina acuminato, si introduceva all’interno del supermercato Conad di via Rigopiano, minacciando la cassiera con un arnese risultato poi essere un pelapatate, ma immediatamente allontanato dal titolare che era presente nel supermercato. Successivamente il rapinatore si portava all’interno del supermercato eurospin di questa via A.Moro, e brandendo lo stesso attrezzo da cucina,  minacciava  la cassiera puntandole l’arnese al volto pronunciando la seguente frase  “ DAMMI QUESTI CAZZO DI SOLDI “ ripetendo tale frase più volte. La cassiera arretrava ed il malvivente si impossessava dapprima di parte dell’incasso e immediatamente dopo del cassetto del registratore di cassa, allontanandosi verso l’esterno, ma inseguito a breve distanza sia dal direttore del punto vendita che dall’addetto alla sicurezza, (giovane extracomunitario), che bloccavano il rapinatore in fuga e lo consegnavano ai Carabinieri del Radiomobile immediatamente sopraggiunti.

Il rapinatore nella fuga perdeva il denaro contante che veniva recuperato da un passante che lo restituiva alla cassiera del supermercato, pari alla somma di euro 350,00, unitamente al cassetto di cui sopra.

L’arnese veniva recuperato e sottoposto a sequestro.

L’arrestato, già gravato da numerosi precedenti penali, veniva associato alla locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nessun Commento

Inserisci un commento