Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


05/25/2019
HomeMarsicaCultura MarsicaL’imprenditore Berto Savina dona ad Avezzano un piccolo “Jurassic Park”

L’imprenditore Berto Savina dona ad Avezzano un piccolo “Jurassic Park”

Un tirannosauro rex, un triceratopo e un coccodrillo. Tutti riprodotti in dimensioni reali. Poi scivoli, altalene, una carrucola e tanti altri giochi, tutti a tema. In un’area, ci saranno giochi inclusivi, dove potranno giocare anche bambini diversamente abili.

E’ il nuovo parco giochi che prenderà vita alla fine della primavera su via Massa D’Albe (sulla Panoramica). Circa 1.900 metri quadrati, immersi nel verde. A donare alla città le attrazioni preistoriche è stato l’imprenditore Berto Savina, titolare dell’Italsav Srl, azienda che opera da anni sul mercato internazionale di import/export.Un parco giochi simile, da qualche giorno è stato inaugurato a Cuba: un dono che il noto imprenditore ha fatto nella città dove da tanto tempo lavora a cui si aggiunge ora un dono anche alla città d’origine, Avezzano. L’amministrazione comunale a guida di Gabriele De Angelis ha sposato subito l’idea di accogliere le attrazioni all’interno di un parco giochi a tema.

Il settore Ambiente del Comune diretto dall’ingegnere Stefano Di Fabio da settimane sta lavorando all’allestimento del moderno e accogliente spazio dove è già in corso una manutenzione straordinaria sul verde. “Il parco sarà circondato da una siepe su tutto il perimetro”, precisa l’assessore Crescenzo Presutti”, “sarà recintato e video sorvegliato. Saranno messi a dimora nuovi alberi che si aggiungeranno a quelli già esistenti del parco periurbano. Ci saranno spazi per lasciare le bici”.

Da anni si parla di rendere Avezzano una città a misura di bambino”, commenta il sindaco Gabriele De Angelis, “dopo la sistemazione del parco di Piazza Torlonia questo è un altro passo in avanti. Ci siamo mossi in due direzioni: innanzitutto riqualificare e abbellire un’area dove risiedono circa 16mila cittadini e poi investire su un ampio spazio già molto frequentato ma sicuramente non curato, rendendolo innovativo, accogliente per grandi e piccoli e attrattivo non solo per tutti gli abitanti della nostra città ma anche oltre i confini di Avezzano e della Marsica. Il parco si trova in un’area dove c’è la possibilità di parcheggio e una viabilità comoda. E’ stato pensato come un’attrazione turistica e sono certo che lo diventerà”.

Nessun Commento

Inserisci un commento