Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


06/05/2020
HomePescaraCronaca PescaraRafforzamento dei servizi nel Quartiere Rancitelli: 10 allacci abusivi alla rete elettrica

Rafforzamento dei servizi nel Quartiere Rancitelli: 10 allacci abusivi alla rete elettrica

 Ieri mattina, la Polizia di Stato (Reparto Prevenzione Crimine, Squadra Volante, Squadra Mobile), Polizia Municipale e Guardia di Finanza, hanno presidiato l’intero quartiere Rancitelli e le zone adiacenti, con l’obiettivo di dare maggiore impulso all’attività di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, ma anche di altri illeciti di microcriminalità diffusa, quali furti, rapine e ricettazione, ad esso collegati.
Nel corso dell’operazione:

-identificate 34 persone;
-controllate 136 veicoli;
-elevata 1 contravvenzione al Codice della Strada per veicolo sprovvisto di revisione;
-effettuata 1 perquisizione domiciliare presso il “ferro di cavallo”;

Inoltre, sono stati accertati  10 allacci abusivi alla rete elettrica; gli occupanti dei relativi appartamenti, dopo essere entrati in possesso di vecchi contatori prelevati da abitazioni ubicate altrove, hanno realizzato l’allaccio abusivo, per lo più collegandosi al contattore condominiale. Il personale dell’ENEL, intervenuto in supporto, ha provveduto a ripristinare lo stato dei luoghi, effettuando il distacco delle forniture abusive e, soprattutto installando sul posto contatori antisabotaggio, di ultima generazione. Il personale della Polizia Municipale sta identificando gli occupanti dei corrispondenti appartamenti, che saranno tutti denunciati all’Autorità Giudiziaria per il furto aggravato di energia elettrica; tuttavia è ipotizzabile anche la ricettazione dei contatori sottratti altrove.
Analoga sorte per 2 persone, C.S. di anni 23 e C.G. di anni 34, denunciate per il furto di gas: infatti, negli appartamenti privi di contatore metrico gas, hanno installato abusivamente nuovi contatori (di libera vendita), staccati e posti sotto sequestro, allacciandoli direttamente alla rete primaria e rompendo i sigilli di sicurezza precedentemente apposti dal distributore sul rubinetto della citata presa primaria.

Nessun Commento

Inserisci un commento