Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


06/05/2020
HomeCalcioIl Bagicalupo Vasto Marina per le conferme, il Raiano per non fermarsi

Il Bagicalupo Vasto Marina per le conferme, il Raiano per non fermarsi

Il Bagicalupo ospita il Raiano nel proprio impianto. I vastesi per confermarsi in seconda posizione, gli aquilani per continuare la rincorsa alla salvezza

Il Bagicalupo Vasto Marina torna nel terreno amico del Marinacanà, per affrontare il Raiano, nel ventottesimo turno del girone B di promozione.
I biancoazzurri di mister Cesario sono reduci da una lunga serie di vittorie consecutive, annullata dalla Val di Sangro che, domenica scorsa, ha bloccato sul pari i secondi della classe in zona cesarini.
In gran forma anche il Raiano, che nel turno precedente ha sconfitto l’Ortona, di rimonta, stroncando forse definitivamente le ambizioni play off dei gialloverdi di mister Sanguedolce. Non solo, perché i rossoblù hanno vinto quattro delle ultime cinque gare disputate, uno scatto in chiave salvezza che permette a mister Di Corcia di guardare il futuro con relativa tranquillità, anche se, ovviamente, gli aquilani non si presenteranno a Vasto Marina in gita scolastica ma bramosi di un’ulteriore buona prestazione.
Il Bagicalupo, sempre stabile in seconda piazza, vuole tenere distante il Casalbordino terzo in classifica conservando almeno dieci punti di vantaggio per evitare le insidie dei play off. Inoltre, tra le mura amiche, i vastesi hanno totalizzato dodici vittorie su tredici, risultando anche il secondo miglior attacco del raggruppamento che sfiderà una delle peggior difese, quella del Raiano, il quale ha incassato ben quarantacinque reti in ventisette gare.
Uno squalificato per parte, poiché non saranno della gara Di Gennaro, del Bagicalupo, e Di Tommaso per il Raiano.
All’andata, in terra aquilana, finì 1-1, con i padroni di casa in vantaggio alla mezzora della ripresa con Amedoro, al quale rispose bomber Cesario qualche minuto più tardi.

Nessun Commento

Inserisci un commento