Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


04/19/2019
HomeCalcioRimonta da applausi, l’Alba Adriatica stende il Nereto 3-2: Miani decide il derby!

Rimonta da applausi, l’Alba Adriatica stende il Nereto 3-2: Miani decide il derby!

La vittoria dei rossoverdi vale platino, beffa per i ragazzi di De Feudis

L’Alba Adriatica si aggiudica il derby della Val Vibrata superando 3-2 il Nereto al termine di un match dai due volti ed aggancia al terzo posto in classifica il Sambuceto, sconfitto in casa dal Paterno. Gara vibrante che ha regalato gol ed emozioni al molto pubblico accorso al Comunale di viale Aurora. Partono meglio i padroni di casa, che al quindicesimo confezionano la prima occasione. Su angolo calciato dalla sinistra da Calderaro, Florimbj mette a lato di poco. L’Alba Adriatica risponde con un veloce contropiede orchestrato da Njambe che serve Andrea Capocasa che calcia sul fondo da buona posizione. Al ventitreesimo il Nereto passa in vantaggio: ancora un angolo di Calderaro dalla sinistra e stavolta è Tarquini ad anticipare tutti e a mettere alle spalle di Petrini. La reazione degli Albensi è sterile ed il Nereto controlla senza eccessivi affanni. Al trentasettesimo i padroni di casa raddoppiano con Antonacci, che approfitta di un errore in disimpegno della difesa e con un preciso tiro dal limite supera l’incolpevole portiere ospite.Le squadre vanno al riposo sul doppio vantaggio per il Nereto, apparso più concreto ed abile a capitalizzare le occasioni da rete costruite. Alla ripresa delle ostilità i due allenatori ripropongono gli stessi undici di partenza.Parte subito forte il Nereto che dapprima impegna Petrini ad una difficile deviazione in angolo su punizione del solito Candelaro e poi va vicino al tris con una conclusione dalla distanza di Cerasi che sfiora il palo. All’undicesimo minuto l’Alba Adriatica accorcia però le distanze con Njambe che, da distanza ravvicinata, spinge in rete un preciso assist di Andrea Capocasa. Al trentatreesimo arriva l’episodio che dà la svolta al match. Tarquini, già ammonito, commette un fallo che gli costa la seconda ammonizione e finisce anzitempo negli spogliatoi. A questo punto l’Alba Adriatica si riversa in avanti, ma è il Nereto ad avere la clamorosa occasione per chiudere i giochi con Lazzarini che calcia incredibilmente a lato da pochi passi. La regola non scritta del gol mangiato gol subito non si fà attendere. Al quarantaduesimo minuto l’Alba Adriatica perviene al pareggio con Andrea Capocasa, che insacca da pochi passi. Al secondo dei cinque minuti di recupero, gli uomini di Izzotti ribaltano clamorosamente il risultato grazie ad un gran gol del loro miglior realizzatore Simone Miani che, con una conclusione al volo dal limite dell’area, non lascia scampo all’incolpevole Di Giuseppe.
Il Nereto prova un ultimo disperato tentativo con Sorci che conclude dalla distanza mandando a lato. Al triplice fischio fanno festa i giocatori Rossoverdi sotto i propri sostenitori per un successo che ad un certo punto della contesa pareva insperato. L’Alba Adriatica si conferma tra le compagini più in forma del torneo conquistando il quindicesimo risultato utile consecutivo. Domenica prossima arriva, al “Luca Vallese” di via Ascolana, la capolista Chieti, nella gara che può riaprire i giochi al vertice del campionato.
Per il Nereto una battuta d’arresto amara maturata dopo aver condotto un primo tempo di spessore e che lascia più di un rammarico per non aver sfruttato le occasione avute per blindare il successo.

Paolo Pompei

Nessun Commento

Inserisci un commento