Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


06/25/2019
HomeL'AquilaEventi L'AquilaBizzarri: “I Campionati nazionali universitari si faranno all’Aquila, anche se da Università e Regione ancora non arriva nessuna risposta”

Bizzarri: “I Campionati nazionali universitari si faranno all’Aquila, anche se da Università e Regione ancora non arriva nessuna risposta”

Il presidente del Centro universitario sportivo (Cus) dell’Aquila, Francesco Bizzarri, chiude la partita sullo svolgimento nel capoluogo di regione dell’importante evento nazionale, in programma dal 18 al 26 maggio prossimi, la cui organizzazione è stata affidata allo stesso Cus, insieme al Cusi nazionale, allontanando così definitivamente il rischio di spostamento in un’altra sede. Bizzari informa anche di aver incontrato nei giorni scorsi all’Aquila il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, il leghista Giancarlo Giorgetti, che “si è mostrato entusiasta dell’iniziativa” e al quale ha chiesto il patrocinio del governo nazionale. Il presidente del Cus, docente dell’Università dell’Aquila, il mese scorso, aveva lanciato l’allarme sul rischio di perdere l’organizzazione dell’evento sportivo, denunciando il mancato rispetto degli accordi, nell’assegnazione di fondi, da parte della Regione Abruzzo e della stessa Università del Capoluogo: “Ho avuto modo di dialogare con il sottosegretario Giorgetti, che detiene la delega allo Sport, al quale ho spiegato l’importanza di questo grande evento sportivo, che si svolgerebbe all’Aquila per la prima volta e che richiamerebbe in città oltre 3 mila persone, tra atleti, accompagnatori e staff, per una durata di 10 giorni – spiega Bizzarri – Poi, gli ho illustrato le varie attività che si svolgeranno e il progetto dedicato ai diversamente abili, che avranno una categoria dedicata. Si è mostrato molto entusiasta e ha promesso che ci darà una mano. Finita la campagna elettorale cominceremo un dialogo con il nuovo governo regionale” aggiunge “Ad oggi non abbiamo ancora risposte, ma da un punto di vista organizzativo stiamo andando avanti, abbiamo fatto una riunione con gli albergatori, e alcuni Cus si stanno già prenotando. Abbiamo una lista degli alberghi e dei B&B che si sono messi a disposizione, ma adesso dobbiamo cominciare a stringere e concretizzare il tutto, perché maggio sta arrivando e a fine marzo la commissione tornerà per fare un punto della situazione e valutare il da farsi, tenendo conto che c’è una volontà ferma di farli all’Aquila a prescindere, ma si dovrà valutare il budget raggiunto e in base alla cifra a disposizione organizzeremo i giochi. Il rischio di spostamento è stato scongiurato. Abbiamo addirittura ulteriori richieste, come la Pallacanestro femminile 3 contro 3 e il Tennis da tavolo, tutte società a cui dobbiamo dare delle risposte nel più breve tempo possibile”.

Intanto i Campionati sono già partiti con le eliminatorie: “si stanno svolgendo gli incontri tra le varie squadre per decidere quali saranno i gruppi che verranno all’Aquila, le fasi eliminatorie hanno già preso il via. Ora dobbiamo valutare se ampliare quella che è una richiesta da parte di vari Cus nazionali, oppure se rimanere nello stretto necessario”, conclude il presidente del Cus.

Nessun Commento

Inserisci un commento