Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


02/21/2019
HomeL'AquilaCultura L'Aquila“Musica in Tour” approda a San Demetrio nei Vestini

“Musica in Tour” approda a San Demetrio nei Vestini

“Musica in Tour” è il nuovo progetto di circolazione musicale nel territorio promosso dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” che ha preso il via lo scorso 20 gennaio a Navelli. 

Al progetto “Musica in Tour” hanno aderito 5 comuni: Comune di Navelli, Comune di San Demetrio ne’ Vestini, Comune di Bussi sul Tirino, Comune di Pizzoli, Comune di Rocca Di Mezzo. Sono 25 i concerti programmati in 14 domeniche fra gennaio e maggio, con 8 gruppi per circa 40 musicisti coinvolti, la maggior parte under 30. Con queste dimensioni e la programmazione in stile “tour” di promozione di gruppi e giovani talenti, il progetto di circolazione musicale nel territorio della Barattelli è primo e unico nel suo genere in regione.

Protagonisti del secondo concerto che si svolgerà a San Demetrio ne’ Vestini presso la Sala Aurora, domenica 27 gennaio con inizio alle ore 18:30 sono Les Petits Papiers, un quartetto gypsy jazz o jazz manouche, formatosi a L’Aquila nel settembre 2017 da un’idea della cantante Federica Di Stefano insieme a Riccardo Biscetti, Nicola Paparusso e Giovanni D’Eramo. La band, dunque, formata da voce con due chitarre-manouche e contrabbasso, si è esibita in varie occasioni riportando, in poco tempo, numerosi successi ed effettuando live in radio e televisioni per emittenti regionali nel Lazio e in Abruzzo.  “Romanzo a Parigi”, questo è il titolo che la band ha voluto dare al concerto che ripropone, in uno stile coinvolgente, un repertorio vasto e particolare, costituito da grandi classici del primo swing americano, della canzone francese dei primi anni del Novecento. Il concerto è organizzato in collaborazione con il Comune di San Demetrio ne’ Vestini, Visit San Demetrio e Grotte di Stiffe.

 

 

“Musica in tour” non vuole solo portare la musica dal vivo di qualità in borghi del territorio e in periodi diversi dall’estivo ma vuole anche essere un modo di far cionoscere gruppi di giovani e professionisti di vari generi musicali; ovvero dare la possibilità di esibirsi in più occasioni e in ambienti diversi.

Nessun Commento

Inserisci un commento