Invia alla redazione

Centralmente è il tuo quotidiano, entra a farne parte!

Invia un articolo, potresti vedere la tua firma pubblicata sul giornale.


02/21/2019
HomeL'AquilaCultura L'AquilaL’Aquila, festa di Sant’Agnese e delle malelingue: elette le cariche della confraternita “Balla che te passa”

L’Aquila, festa di Sant’Agnese e delle malelingue: elette le cariche della confraternita “Balla che te passa”

Torna l’appuntamento annuale con il “Festival della Maldicenza”: eletti i componenti del direttivo, ricevuti anche dal sindaco Pierluigi Biondi

Un Priore eletto all’esordio, Gabriele Girella, e una Lima Sorda, invece, alla prima carica dopo due decenni, Diana Capannolo, nella ventesima Sant’Agnese della “Confraternita Balla che te passa”, attiva dal 1999 e ricevuta nei giorni scorsi in Municipio anche dal sindaco aquilano, Pierluigi Biondi, per celebrare il prestigioso traguardo.

Adottando il “Rosatellum 2.0”, le prime due cariche sono state elette con il sistema proporzionale, mentre nel maggioritario come Zellusu Ennio Cipollino, alla sesta investitura, ha stracciato tutti, conquistando 27 voti su 30, e l’appassionata di social Laura Marrocchi ha battuto una folta concorrenza come ‘Occa aperta.

Completano il direttivo il Presidente Emerito, Umberto Pilolli, la Lavannara Emerita, Rita Ferella, sempre eletti dal 1999 al 2006, e la Mamma deji cazzi deji atri Emerita, Alberto Orsini, che ha ereditato il titolo dal padre Alessandro, giornalista e cultore della maldicenza. Segretario a vita è Enrico Barigelli. Al nuovo Priore Girella, il ritrattista della Confraternita, Claudio Ferroni, donerà un ritratto a olio su tela.

La conviviale si è svolta nel tradizionale cenacolo dello Chalet dell’Arcobaleno dell’oste Vittorio Nuvolone. Tutti i partecipanti hanno ricevuto il liquore “Venterbe” del mastro erborista della Confraternita, Gino Pelliccione, detto “Il Puppo”. Tante le “lencuate” ai presenti, oggetto di maldicenza per i loro misfatti nel 2017: Premio Trottola a Paola Chiodi, Premio Braccio di Ferro a Giampietro Foglietta, Premio Grandi traslochi all’erborista Pelliccione, Premio Chiacchiera anestetica a Rino De Vecchis, Premio Pittura erotica al ritrattista Ferroni, Premio L’ultimo dei Garibaldini nonché Oscar come Migliore attore smemorato al presidente Pilolli. Al termine della manifestazione, la famiglia Orsini ha donato alla Confraternita la propria collezione di artistici “Piatti del Buon Ricordo” in ceramica.

Inserisci un commento